L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Liliana Segre Liliana Segre

Citta' di Cassino, il sindaco Salera propone la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre

"Sono giorni difficili. Sono notizie che solo qualche anno fa sarebbero state tacciate come false. E invece sono purtroppo vere. Sindaci che partecipano a cene che rievocano la marcia su Roma, altri alle commemorazioni della Repubblica sociale italiana o negano i finanziamenti per i ragazzi che hanno organizzato il viaggio per Auschwitz. Ma soprattutto vedere una persona, una donna come Liliana Segre, superstite dell'Olocausto e senatrice a vita, costretta a ricevere una scorta a 89 anni a causa degli insulti ricevuti è qualcosa di drammatico, qualcosa di davvero inconcepibile per un Paese civile e democratico come è l'Italia": lo ha scritto ieri sera il sindaco Enzo Salera, sul suo profilo Fb annunciando l'intenzione di voler concedere la cittadinanza onoraria alla senatrice Segre.

"E come sindaco della Città di Cassino, città Martire, la città che più ha conosciuto la distruzione dovuta alla follia della guerra, alla follia delle dittature e dei sovranismi dello scorso secolo, non posso che lanciare un grido alle istituzioni perché fermino con ogni mezzo questo clima di orrore così simile al clima che si è respirato negli anni 30 dello scorso secolo. Proprio per questo - viene alpunto Salera - propongo all'intero Consiglio Comunale di Cassino e alle migliori forze sociali, associative e civili della città l'idea di concedere la cittadinanza onoraria della città di Cassino a Liliana Segre. Alcune associazioni tra cui la FIDAPA mi hanno già offerto l'appoggio su una proposta del genere. E sono sicuro che approvazioni arriveranno da tante altre associazioni e tanti liberi cittadini".

"Sia la senatrice che la città di Cassino, sono legate infatti, da un filo rosso di chi ha vissuto la tragedia della guerra e degli assolutismi - ha scandito Salera -, da chi ne ha subito appieno i traumatici effetti ma, con grande coraggio e decisione, è riuscita rinascere e fare in modo che diventasse un simbolo di sopravvivenza e di rinascita. Liliana Segre è un simbolo nel mondo, come lo è la città di Cassino. È un segnale importante che la città di Cassino può offrire all'Italia intera e, per quello che sta succedendo ogni giorno, un atto necessario che sia da monito e da esempio".

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604