L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Una seduta del consiglio regionale del Lazio Una seduta del consiglio regionale del Lazio

Regione Lazio, via libera ai fondi per enti e lavoratori finalizzati ad azzerare il bacino degli Lsu

“Finalmente dopo circa 30 anni, con l’approvazione in Aula alla Pisana della proposta di legge n.45, si sono trovate risorse, per quasi 16 milioni, al fine di incentivare la stabilizzazione presso gli enti utilizzatori ( Comuni e Comunità Montane) dei circa 350 lavoratori socialmente utili (Lsu) della regione Lazio. Si è cercato con questo atto di ridare dignità a tutti coloro che per tanti anni sono stati costretti ad operare in una condizione di precariato": lo dichiara Antonello Surigemma, capogruppo del gruppo misto alla Pisana. "Una intera generazione di lavoratori che è stata assoggettata ad un vuoto normativo, che ha arrecato loro un enorme danno, senza nessun tipo di certezza. Con questo provvedimento viene sanato un vulnus legislativo nei confronti di queste persone, soprattutto per la loro formazione ed esperienza acquisite in tutti questi anni. E’ un risultato storico, che siamo riusciti ad ottenere grazie alla determinazione di tutti i lavoratori, che ringrazio personalmente per la pazienza e in particolar modo per l’impegno profuso nonostante la situazione di disagio con cui hanno convissuto per troppo tempo”, conclude Aurigemma

Sara Battisti, consigliere regionale del Pd, esprime "ampia soddisfazione per l’approvazione all’unanimità in Consiglio Regionale della Legge che favorisce la stabilizzazione degli LSU a primo firmatario Aurigemma. Oggi si è dimostrata l’attenzione trasversale del Consiglio verso tematiche che non hanno colore politico. Attraverso la legge procediamo a realizzare un elenco regionale dei lavoratori con l’indicazione della relativa qualificazione professionale, ma soprattutto si favorisce la loro assunzione da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici tramite opportuni incentivi finanziari e si assegna un contributo finanziario al lavoratore che volontariamente opti per la fuoriuscita dal bacino regionale. Crediamo che grazie a questa legge, nel triennio 2020-2022, aiuteremo molti lavoratori ad uscire dalla situazione di precarietà in cui si sono trovati per troppi anni.”.

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604