L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il sindaco Ottaviani durante il seminario informativo sul reddito di cittadinanza Il sindaco Ottaviani durante il seminario informativo sul reddito di cittadinanza

Frosinone, formazione sul reddito di cittadinanza. Ottaviani: inserimento lavorativo e inclusione sociale

Si è tenuta all’interno dell’auditorium “Paris” del Conservatorio di Frosinone la giornata di formazione dal titolo “Il Reddito di Cittadinanza – Fase 2 ”, organizzata dal Comune di Frosinone, Capofila del Distretto Sociale B. L’incontro ha visto la partecipazione dei case manager e dei Coordinatori e responsabili per il patto inclusione sociale e per i controlli anagrafici dei 23 Comuni e degli operatori accreditati per l’Ambito Territoriale Sociale di riferimento, sulla Piattaforma GePI del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il saluto del sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, del dirigente del settore welfare del Comune di Frosinone, Antonio Loreto e del Direttore del Distretto B, dott. Francesco Carrano, ha aperto i lavori del convegno, che ha beneficiato della relazione tecnica di Alessandro Ciglieri, consulente per la pianificazione e l’attuazione delle politiche e degli interventi sociali.

“Il vostro compito – ha dichiarato Nicola Ottaviani, rivolto ai professionisti presenti – è fondamentale: spetterà a voi, infatti, trasmettere alle persone che si rivolgeranno agli sportelli dei Comuni, le modalità di applicazione di questo istituto legislativo, qual è il Reddito di Cittadinanza. La corretta applicazione di questa misura è fondamentale, per un corretto rispetto della normativa attualmente in vigore, indipendentemente dalle considerazioni politiche o ideologiche che ognuno di noi può nutrire sulla utilità del Reddito di Cittadinanza come attualmente congegnato. Il Reddito di Cittadinanza deve essere inteso come uno strumento per l’inserimento lavorativo e per l’inclusione sociale: non va considerato, dunque, alla stregua di un semplice ammortizzatore. Costituisce una fase temporanea del percorso di vita del cittadino, un ausilio, una iniezione di fiducia da cui ricominciare: questo è l’approccio da trasmettere alle persone che si rivolgeranno a voi. È, però, necessario che le istituzioni locali abbiano il supporto degli enti di carattere nazionale per generare opportunità di lavoro. Vi invito – ha concluso il sindaco – a mettere al corrente il dirigente o il referente del Distretto qualora dovessero presentarsi delle criticità nell’erogare il servizio ai cittadini: l’applicazione pratica e la relativa casistica che ne scaturisce possono, infatti, differire o presentare numeri più ampi rispetto a quanto previsto dal legislatore. Le vostre indicazioni saranno importanti per apportare modifiche migliorative all’impianto normativo del Reddito stesso”.

Alessandro Ciglieri ha quindi illustrato alla platea la sintesi normativa e gestionale del Reddito di cittadinanza, con un focus sull’attività operativa dei Comuni. Si è parlato, inoltre, di presa in carico per la definizione dei patti per il lavoro e per l’inclusione sociale e di piattaforma GePI. In pomeriggio si è tenuto, infine, il tavolo operativo riservato ai case manager.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604