L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il Rockefeller Center a New York

Fu un cominese ad accendere per primo l'Albero di Natale al Rockefeller Center di New York

Anche quest’anno, a New York, e precisamente al Rockefeller Center, nel cuore commerciale di Manhattan, a pochi passi da Central Park, è stato innalzato per le festività di fine anno un gigantesco albero di Natale, illuminato da tantissime luci, con effetti speciali,  e fantasmagoriche decorazioni da far rimanere l’attonito spettatore con il fiato sospeso. Si calcola che ogni anno l’albero di Natale del Rockefeller Center è ammirato da tre milioni di persone. Alla sontuosa cerimonia di inaugurazione è intervenuto il sindaco di New York Bill de Blasio, con evidenti origini italiane, mentre la colonna sonora, rigorosamente dal vivo, è stata affidata alla famisissima cantante Gwen Stefani, anch’ essa, guarda caso, di origini italiane, che per l’occasione ha fatto venire i brividi a tutti i presenti intonando, con la sua voce stentorea, “You make it feel like Christmas”. Pochi sanno, però, che questa cerimonia, suggestiva e emozionante, le cui immagini fanno il giro del mondo, è iniziata esattamente ottant’anni fa per merito di un italiano, anzi, per essere più precisi, di un nostro conterraneo: stiamo parlando di Cesidio Perruzza, venuto alla luce nella verde Valle di Comino, che come  tanti suoi compaesani fu costretto ad emigrare in America nei primi decenni del XX secolo per cercare di dare un futuro più dignitoso alla sua famiglia. Quando emigrò negli Stati Uniti Cesidio aveva soltanto 19 anni, neanche un soldo in tasca ma tanta voglia di  lavorare e di darsi da fare. I primi tempi furono durissimi: trovò lavoro, infatti, in miniera e le giornate erano molto ma molto faticose. Poi, pian piano, le cose migliorarono tanto che Cesidio chiamò con sé in America la giovane moglie che aveva sposato prima di partire. Nel 1931 egli lavorava proprio al Rockefeller Center ed ebbe la mirabolante idea di innalzare in un largario insinuato tra gli edifici un abete alto quatro metri, per festeggiare il Natale che stava arrivando, decorato con poche e semplici cose. E da allora, da quel lontano 1931, ogni anno a Manhattan si ripete la stessa cerimonia con l’inaugurazione dell’albero di Natale, diventata una consuetudine assolutamente irrinunciabile. Anche se ben pochi sanno che tutto ebbe inizio per merito del nostro conterraneo Cesidio Perruzza. Una storia che indubbiamente merita di essere raccontata.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604