L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il sindaco di San Giovanni Incarico, Antonio Salvati L'ex sindaco di San Giovanni Incarico, Antonio Salvati

Salvati: dopo sei mesi di carcere a Cassino finisce ai domiciliari. Ora si trova in Molise

Lunedì scorso, all’ora di pranzo, per Salvati si sono riaperte le porte del carcere di Cassino, ma in uscita. Il collegio penale (presidente Perna, a latere Gioia e Lanzetta) davanti al quale si sta celebrando il processo per concussione ha sciolto la riserva e si è pronunciato concedendo gli arresti domiciliari all’ex sindaco di San Giovanni Incarico. I giudici hanno accolto la richiesta della difesa rappresentata dagli avvocati Dario De Santis e Ivan Santopietro. Richiesta anticipata nell’udienza del 12 dicembre scorso e depositata il 20 dicembre scorso.
Gli avvocati, oltre ad aver individuato una località in Molise dalla quale Salvati non può comunicare (alla richiesta di una misura meno afflittiva è stata allegata una dettagliata relazione tecnica sulle linee telefoniche ed in particolare sull’“isolamento” della località dove Salvati è stato trasferito) hanno addotto una serie di ulteriori motivazioni: il processo è in corso e la parte offesa è stata già escussa. Argomentazioni che sono state attentamente valutate dai giudici prima di pronunciarsi.  
L’ex sindaco - stando all’accusa - avrebbe costretto l’imprenditore Saverio Rea a corrispondergli circa 250mila euro per ottenere la liquidazione delle fatture relative alla gestione degli immigrati. Rea nel settembre 2018 ha denunciato tutto ai carabinieri che a giugno scorso, al termine delle indagini, hanno arrestato Salvati. Prossima udienza, il 28 gennaio.                   

DA L'INCHIESTA QUOTIDIANO DEL 28 DICEMBRE 2019

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604