L'Inchiesta Quotidiano OnLine
L'area degli sversamenti dall'impianto Cosilam gestito da AeA L'area degli sversamenti dall'impianto Cosilam gestito da AeA

Area industriale di Cosilam, anche il 2020 arriva all'insegna di sversamenti e aria irrespirabile

"Nella zona dell’area industriale di Cassino un inizio 2020 con la puzza del depuratore. Molte promesse, ma si continua a vivere e lavorare tra odori nauseabondi", lo denuncia il Comitato Sofegna guidato da Gianni La Marra e Benedetto Vizzaccaro.

"Il depuratore Cosilam gestito dalla societa A&A continua a essere una maledizione per chi vive e lavora nella zona - spiegano i due rappresentanti dei residenti -, in particolare nell’area industriale e nei centri vicini come Piumarola di Villa, Piedimonte San Germano, Cassino. Anche ieri sera sino alle 22 l’area era irrespirabile non solo per la cappa di smog che incombe sulla città, ma per la puzza che arriva implacabile e insopportabile dalla stazione cosiddetta ecologica di depurazione acque reflue industriali, dove vengono trattati gli scarichi delle fabbriche  in depuratori a cielo aperto. Chi abita nella zona è disperato, perchè non sa più cosa fare dopo anni di denunce e appelli caduti nel vuoto, e teme per la propria salute".

"Nonostante le promesse (l’impiego di tecnologie capaci di abbattere gli odori: il progetto esiste ancora o no? ) il problema resta - denunciano dal Comiato Solfegna -, a quanto pare ancora più grave che in passato. Nella montagna di  progetti, delibere, investimenti, convenzioni, intese e via dicendo per la “rigenerazione” della’area industriale , evidentemente non c’è un capitolo “puzza”, oppure è stato accantonato". Riprenderemo l'argomento su L'inchiesta - Quotidiano nelle edicole martedì.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604