L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Investimento sulla Casilina, deceduta la 69enne. Domani il conferimento incarico per l'autopsia

Marya Kovalenko, 69enne ucraina ma residente a Cassino, è morta ieri mattina. Troppo gravi le ferite che ha riportato nell’investimento di giovedì sulla via Casilina in località Medaglia D’Oro a Cervaro. Venerdì i medici del policlinico Tor Vergata della Capitale, dove la donna era giunta in elicottero, avevano parlato di un quadro clinico irreversibile. Purtroppo, con il passare delle ore la situazione è precipitata, nonostante gli sforzi di medici e paramedici di tenerla in vita. Domenica mattina ne è stato dichiarato il decesso. La salma è a disposizione dell’autorità giudiziaria. Domani alle 10, a Roma, ci sarà il conferimento incarico al medico legale per l’autopsia. Con la morte della Kovalenko, si aggrava anche la posizione dell’investitore, un 62enne della città Martire ma originario della provincia di Caserta, poiché il reato di lesioni gravissime, contestato inizialmente, è stato rubricato in omicidio stradale dal pm Emanuele De Franco.  
La famiglia della 69enne si è rivolta all’avvocato Paolo Marandola per essere assistita. 
Erano le 18,30 circa di giovedì quando all’altezza dell’incrocio Medaglia d’Oro è avvenuto l’incidente. Marya - secondo una prima ricostruzione - stava attraversando la strada per prendere l’autobus e fare ritorno a casa quando una Lancia Lybra l’ha investita. La donna è finita prima sul parabrezza della vettura, lesionandolo, e poi a terra. Immediata la richiesta di aiuto giunta ai soccorritori: sul posto è arrivato il personale sanitario del 118 che l’ha stabilizzata e trasportata in ospedale, al Santa Scolastica di Cassino, mentre veniva allertato l’elicottero. La donna è stata sedata e successivamente elitrasportata a Roma. 
Intanto, sul luogo dell’investimento sono giunti gli agenti del Commissariato e della Stradale per ricostruire l’accaduto. Il conducente della Lybra è stato ascoltato sul posto mentre il traffico veniva deviato su una sola corsia. Dalla località Sordella a Porchio, sempre in territorio di Cervaro, si sono registrate lunghe code in entrambi i sensi di marcia durante le operazioni di soccorso e rimozione del veicolo. L'esatta dinamica dell'investimento è affidata agli uomini del vice questore Stefano Macarra, comandante della Polizia Stradale. 

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604