L'Inchiesta Quotidiano OnLine
L'intervento del 118 in Caserma, ieri alle 19.40 L'intervento del 118 in Caserma, ieri alle 19.40

Prima la lite in famiglia poi dà in escandescenze in Caserma, interviene il 118. Giovane arrestato

Una lite in famiglia in un’abitazione alla periferia di Cassino che è stata sedata dall’arrivo immediato dei carabinieri. Poi la corsa dei militari del Norm a sirene spiegate verso la Compagnia. Nell’auto con i colori istituzionali, alle 19.15, c’era un uomo. Sarà sottoposto ad una serie di riscontri. Alle 19,40 il lavoro dei carabinieri s’interrompe per l’intervenuto del personale sanitario del 118. Medici e paramedici hanno dovuto assistere il cassinate che avrebbe dato in escandescenze durante le formalità di rito. Non si escludono ulteriori sviluppi per la giornata di oggi. Quando andiamo in stampa la posizione dell’uomo è al vaglio del magistrato che dovrà definire se abbia commesso dei reati nei confronti dei parenti e in Caserma. 

DA L'INCHIESTA QUOTIDIANO OGGI IN EDICOLA

+++ AGGIORNAMENTO DELLE 15,30 DEL 14/01/2020 +++

Il 30enne di Cassino è stato arrestato con l'accusa di “maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale”. Nello specifico, intorno alle 18,30 di ieri, a seguito di una lite, il giovane avrebbe aggredito verbalmente la madre, pretendendo una somma di denaro. Al diniego della donna, il 30enne sarebbe passato alle minacce e ai danneggiamenti della casa. I carabinieri giunti sul posto dopo la richiesta di aiuto, nel tentativo di tranquillizzarlo, sarebbero stati aggrediti. Poi il trasferimento in Caserma per gli atti. Il 30enne si trova nel carcere di Cassino. I militari feriti sono stati refertati e ne avranno per alcuni giorni. 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604