L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Cassino, il sindaco Salera strappa concessioni alla Publiparking

I parcheggi a pagamento continuano ad essere un problema rognoso per l'Amministrazione comunale di Cassino. Nei giorni scorsi, infatti, si sono sollevate ancora polemiche per la tintura in blu dei parcheggi riservati ai disabili. La Publiparking è stata presa d'assalto e le critiche sono state dirette anche al governo Salera. «La situazione che oggi ci troviamo a gestire, la ereditiamo da un bando fatto dalla passata amministrazione, ma sappiamo bene che ora tocca a noi  risolvere le problematiche che sarebbero emerse, come sta avvenendo in questo caso», si è difeso il primo cittadino con un post su Facebook. Per far luce sulla vicenda, Salera ha incontrato, ieri mattina, i dirigenti della Publiparking: Giuseppe Izzo e l'ingegnere Alfredo Di Landa. Una riunione lunga e prolissa, durata quasi due ore, nella quale sono state rimosse, una per una, tutte le spine che pungono Salera quanto i cittadini.

Come prima cosa, i parcheggi riservati a disabili, come già preannunciato in conferenza stampa dal primo cittadino, sono stati aumentati da 71 a 108. La normativa prevede che ogni 50 stalli blu, ci debba essere uno giallo. A Cassino, quindi, la proporzione è di  1 a 17, tre volte superiore. 
Per due mesi, inoltre, per i disabili sarà possibile parcheggiare sulle strisce blu per due ore, senza avere il rischio di essere multati, ed avranno la possibilità di fare l'abbonamento anche per le vie centrali,  previsto per i soli residenti.
Un'altra importante decisione riguarda il prolungamento del periodo di informazione fino a fine gennaio. Le multe, quindi, si inizieranno a fare dal primo febbraio. 
Il sabato, invece, essendoci il mercato settimanale in piazza Miranza, e quindi numerosi parcheggi gratuiti non sono disponibili, è concessa un'amnistia dalle 8 alle 14 per i parcheggi a pagamento  nelle  vie limitrofe alla piazza.

Ciò che è balzato all'occhio del sindaco e della Polizia Locale in questa vicenda, è la copiosità dei contrassegni riservati ai disabili: sono circa 2632. 
Una cifra elevata per una città come Cassino, soprattutto se paragonata al numero dei parcheggi a pagamento: 1800. 
L'Amministrazione vuole vederci chiaro e la Polizia Locale, guidata dal neo comandante Giuseppe Nunziata, aumenterà i controlli per scovare i furbetti. 
Stando alle prime verifiche, infatti, nel solo 2017 sono scaduti più di  300 permessi, ma i relativi contrassegni non sono stati riconsegnati al Comune.

L.V. 

 

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604