L'Inchiesta Quotidiano OnLine
La sede del tribunale in piazza Labriola La sede del tribunale in piazza Labriola

Dopo Scittarelli e Imondi, tornano liberi anche i coniugi Risi-Aristipini

La decisione del gup è arrivata ieri: anche i coniugi Katia Risi e Paolo Aristipini sono stati rimessi in libertà (dal 21 dicembre erano agli arresti domiciliari), ma con obbligo di firma quotidiano e l’interdizione dall’esercizio dell’attività imprenditoriale per un anno. Il giudice per l’udienza preliminare Vittoria Sodani, davanti al quale compariranno tutti gli imputati il 29 gennaio prossimo, ha accolto l’istanza di sostituzione della misura presentata dall’avvocato Claudio Sgambato, rispristinando il provvedimento iniziale. Per il gup le prove fornite dalla difesa, ossia l’interruzione del rapporto di lavoro tra i coniugi e la cooperativa “Casa di Tom”, sono sufficienti per la revoca dei domiciliari.
Poco più di un mese fa il gip di Cassino, Domenico Di Croce, su richiesta del pm Alfredo Mattei titolare dell’inchiesta “Welcome To Italy”, aveva accolto e disposto l’aggravamento della misura per Bruno Scittarelli, Paolo Aristipini, Katia Risi e Luca Imondi (Scittarelli e Imondi sono stati già scarcerati: il primo agli inizi di gennaio mentre il secondo all’inzio della settimana). Secondo l’accusa avrebbero continuato a svolgere attività imprenditoriali nonostante i divieti. 
Intanto, alla fine della prossima settimana  i 25 imputati compariranno davanti al gup che deciderà se rinviarli a giudizio o proscioglierli. Per la Polizia, la Finanza e la Procura, gli imputati avrebbero lucrato sugli immigrati. Devono rispondere, a vario titolo, di “associazione per delinquere finalizzata alla corruzione di dipendenti pubblici o incaricati di un pubblico servizio, estorsione, truffa ai danni dello Stato e Enti Pubblici, frode in pubbliche forniture, abuso d’ufficio, malversazione ai danni dello Stato, emissione ed utilizzo di fatture false”.  

DA L'INCHIESTA QUOTIDIANO DEL 25 GENNAIO 2020

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604