L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Foto di gruppo con il consigliere Riccardo Consales e la tutor interna Foto di gruppo con il consigliere Riccardo Consales e la tutor interna

Cassino, Consales: «I rifiuti sono risorse, non problemi»

In occasione del percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento, noi ragazzi delle classi 4°A e 4°C  indirizzo linguistico dell’Istituto Magistrale Marco Terenzio Varrone abbiamo intervistato, nella sede de ‘L’Inchiesta’, il consigliere comunale di Cassino e geologo Riccardo Consales. L’ex assessore all’ambiente, ha risposto alle nostre domande in merito alla tematica ambientale e alla raccolta differenziata.

Che cosa s’intende per raccolta differenziata? Funziona? Chi si occupa dello smaltimento dei rifiuti del Cassinate?

«La raccolta differenziata nel Comune di Cassino parte nel 2013 e si basa su un sistema di raccolta porta a porta che permette di controllare, tramite un sistema di secchi numerati, gli errori dei cittadini. Questa raccolta è molto importante anche quando si parla di risparmiare: se da un lato i costi della gestione del personale aumentano, dall’altro i costi per lo smaltimento diminuiscono. Le aziende private autorizzate alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti, come la Saf (Società Ambientale Frusinate) e il Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi), vengono retribuite dai consorzi solo se si attengono al protocollo di divisione dei rifiuti. Una percentuale dei guadagni viene incassata dal comune, nel caso di Cassino il 15% e grazie a questi fondi è stato possibile realizzare un’isola ecologica»-

Cos’è un’isola ecologica? Chi può usufruirne?                                                                                                                                                          

«L’Isola ecologica non è altro che un’area attrezzata per lo smaltimento di materiali ingombranti, olii inquinanti e rifiuti pericolosi. Possono usufruirne gratuitamente tutti i residenti di Cassino tramite un sistema di riconoscimento. Al momento non è accessibile ai non residenti del comune, ma quest’ultimo ha intenzione di seguire l’e­sempio dell’Unione Cinque Città (Aquino, Colle San Magno, Villa Santa Lucia e Piedimonte San Germano) e realizzare un Consorzio di Comuni. L’Isola, che si trova nell’area industriale di Cassino, è stata inaugurata il 15 febbraio alle ore 09:00».

Ci saranno vantaggi per i cittadini?                                                                                                                                                                                        

«Sì, questo nuovo sistema di tassazione dei rifiuti della regione Lazio, grazie al monitoraggio della produzione dei rifiuti tramite un sistema di codici R-FID, premia il cittadino che rispetta la raccolta differenziata. È giusto che chi s’impegna venga incentivato con la diminuzione dei costi della bolletta».

I termovalorizzatori possono causare problemi alla salute dei cittadini?                                                                                    

«I termovalorizzatori chiudono il cerchio dello smaltimento dei rifiuti, ma bisognerebbe limitarne l’utilizzo visto che potrebbero causare gravi danni alla salute dei residenti. Il problema sta nel fatto che l’Europa incentiva chi brucia finanziando coloro che possiedono degli inceneritori, non dando così modo a chi s’impegna per la salvaguardia dell’ambiente, di essere premiato».                  

Siria Giarrusso, Alberto Santorsola,  Antonio Raoul Stagno, Juri Miele, Letizia D’Agostino, Erika Cardillo,

Claudia Pacitto, Sara Iannelli, Wiktoria Mattei, Giuseppina Fionda, Luigi Soleo        

Liceo Varrone - Competenze trasversali per l’orientamento  

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604