L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il presidio dei lavoratori davanti il Cosilam ieri pomeriggio

Reno De Medici, scoppia la rabbia contro la politica che non risolve i problemi

L'assurda vicenda degli oltre 300 lavoratori (tra diretti e indiretti) della Reno De Medici sembra destinata a perdurare e a procrastinarsi. Fino a quando non si sa, visto che ieri il procuratore capo di Cassino Luciano D'Emmanuele ha convocato, alle 13, le parti sociali per riferirgli che  il progetto di messa norma del depuratore depositato da AeA in Procura la settimana scorsa, necessario per sbloccare la situazione si è rivelato fallace e insoddisfacente alle esigenze richieste, pertanto è stato rigettato.  Il blocco della cartiera, quindi, continua, e si traduce in oltre 350 mila euro di perdite quotidiane. Cosa sta facendo il Cosilam - che ricordiamo essere il principale responsabile di questa paradossale vicenda- per risolvere la questione? Per ora AeA col sostegno del Cosilam ha annunciato un cronoprogramma che a questo punto va ripensato al più presto, visto che ormai è passato quasi un mese...

Per leggere l'articolo completo prendi L'Inchiesta in edicola o scarica una copia digitale dal nostro sito www.linchiestaquotidiano.it

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604