L'Inchiesta Quotidiano OnLine
La stampa in 3D di Progemec La stampa in 3D di Progemec

Covid-19, quando la "necessità aguzza l'ingegno". L'esempio di Progemec

E’ proprio il caso di dirlo, i proverbi non sbagliano mai e in un momento così buio, la notizia della realizzazione di un dispositivo salvavita contro il virus COVID-19, apre uno spiraglio di luce. L’azienda Isinnova di Brescia, ha realizzato un kit di valvole d’emergenza in stampa 3D in grado di trasformare delle semplici maschere da snorkeling, modello #Easybreath, commercializzate da Decathlon, in respiratori per fronteggiare l’emergenza sanitaria in cui sono costretti moltissimi ospedali italiani.

Isinnova in questo momento così difficile ha avuto un’intuizione salvavita, impartendo contemporaneamente una grande lezione di civiltà con la divulgazione, a livello nazionale, del proprio progett o affinché potesse essere condiviso da makers e fablab. Il prototipo realizzato da Isinnova in collaborazione con il Dottor Favero, inventore del dispositivo, è composto da una valvola chiamata “Charlotte” a cui è collegato un ulteriore elemento, valvola “Dave”, che funge da collettore con la maschera.

I componenti del kit sono stati realizzati tramite stampa 3D FDM, in PLA, un materiale biocompatibile e inodore. Il prototipo realizzato da Isinnova, ad un primo test si è rivelato correttamente funzionante, ma non essendo certificate né la maschera né la valvola, al momento, l’utilizzo di questa soluzione su larga scala si prefigura adottabile solo in caso di estrema necessità, e per un periodo di tempo quanto più ridotto possibile. Al momento, alcune maschere sono utilizzate all’ospedale di Lovere, su alcuni pazienti affetti da Covid-19, che hanno dovuto firmare una liberatoria per autorizzare i medici ad utilizzare il dispositivo. Considerata l’importanza del progetto, Isinnova ha ritenuto opportuno brevettare immediatamente la valvola di raccordo, onde evitare, in futuro, speculazioni sul prezzo di vendita.

Sul nostro territorio è presente la Progemec, una società di servizi di ingegneria e progettazione meccanica, che negli ultimi anni ha ampliato la gamma di servizi ai clienti, con le divisioni Formazione e Consulenza in Finanza agevolata. Dal 2017 Progemec si occupa anche di Additive Manufacturing e prototipazione e oltre ad aver brevettato una stampante 3D per metalli low-cost con tecnologia wire&arc, ha ampliato ulteriormente il servizio di progettazione con l’Additive Manufacturing, acquistando una stampante 3D professionale Strasasys, che permette la produzione di piccole serie di oggetti realizzati tramite tecnologia FDM. Sulla scia di tale esperienza, Progemec ha potuto rispondere alla richiesta di condivisione del progetto della Isinnova, per la realizzazione delle valvole salvavita.

«Dopo aver appreso la notizia della realizzazione di Valvole “Charlotte” e “Dave” tramite stampa 3D, da parte dell’azienda Isinnova, anche in Progemec abbiamo deciso di raccogliere la sfida e mettere, pro bono, a disposizione delle strutture ospedaliere che ne dovessero avere bisogno, la nostra Stampante 3D e la lunga esperienza nel campo dell’Additive Manufacturing, per la produzione del kit». A spiegarlo è l'ingegner Alessia Mentella, che aggiunge: «Da anni, infatti, ci occupiamo di stampa 3D e prototipazione, per questo nei giorni scorsi ci siamo attivati immediatamente tramite il nostro ufficio commerciale, e abbiamo contattato direttamente l’azienda Isinnova, confermando la nostra disponibilità a realizzare le valvole del kit e a lavorare ad eventuali altri progetti. In realtà questa non è l’unica iniziativa intrapresa in questa direzione, in quanto abbiamo offerto la nostrà collaborazione gratuita anche alla azienda Siare Engeenering, unica azienda italiana che attualmente produce respiratori ospedalieri. Il nostro ufficio tecnico ha effettuato delle verifiche sul file di stampa condiviso da Isinnova e abbiamo avviato la nostra stampante da remoto, avendo optato già da giorni, per la modalità Smart Working, al fine di preservare la nostra salute, nel rispetto delle normative emanate dalla Presidenza del Consiglio. Dopo alcune ore abbiamo completato un test di stampa con esito positivo e abbiamo realizzato le prime due valvole».

«Dopo aver condiviso sui canali social di Progemec i prototipi realizzati tramite la nostra stampante, abbiamo ricevuto molte richieste di informazioni tecniche non solo dal nostro territorio ma anche da altre regioni. Questo ci fa capire che anche in un contesto di emergenza epidemiologica come quello che viviamo attualmente, è evidente il potenziale applicativo della stampa 3D nel settore medicale. Stanno infatti nascendo diverse iniziative che hanno coinvolto vari makers anche a livello internazionale; una tra tante, la società Copper3D, operante tra il Cile e gli Stati Uniti, che ha realizzato la “Nanohack”, una mascherina riusabile e riciclabile, ovviamente ottenuta da un processo di stampa 3D, in un innovativo materiale nanocomposito, il PLACTIVE®, un tipo particolare di PLA con aggiunta di nanoparticelle di rame.

Anche questo è un progetto in fase sperimentale, ed i suoi sviluppatori ne sconsigliano la stampa per l’utilizzo pratico prima del rilascio di una versione definitiva, ma ci da la misura di quanto la stampa 3D riesca a soddisfare le richieste in diversi ambiti».

«Tutti questi progetti sono in fase di sperimentazione, ma noi ogni giorno continuiamo a lavorare per migliorare le prestazioni dei prototipi delle valvole ideate da Isinnova, e anche se ci auguriamo che non si debba arrivare ad una situazione talmente drammatica da prevederne l’utilizzo senza le certificazioni necessarie, siamo onorati di poter contribuire alla realizzazione di prototipi che ci coinvolge umanamente e professionalmente, nella salvaguardia della salute di tutti gli esseri umani. Se dal punto di vista professionale, infatti, investire il nostro know-how e la nostra strumentazione, è prassi, possiamo dire con umiltà che i valori di solidarietà, disponibilità e dedizione verso il prossimo sono peculiarità caratteriali che ci rendono oltremodo orgogliosi di offrire un contributo tangibile per il nostro Paese. Soprattutto in questo momento di estrema difficoltà.

Rinnoviamo perciò anche qui, la nostra disponibilità a quanti vorranno avere informazioni tecniche o prototipi delle valvole, e\o collaborare ad altri eventuali dispositivi, con l’augurio che questo momento passi in fretta, ma con la certezza, che se ci dovesse essere una prossima volta, ci troverà meno impreparati….».

questo il link su cui visionare i prototipi https://www.progemec.com/covid-19-stampa-3d-valvole-charlotte-per-respiratori/

 

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604