L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Sanità cassinate, gli operatori di guardia medica a disagio nell'ex De Posis Sanità cassinate, gli operatori di guardia medica a disagio nell'ex De Posis

Coronavirus, il dottor Giovanni Lullo: pensiamo per tempo all'utilizzo del "Del Prete" e dell'ex ospedale De Posis

Fortunatamente almeno per ora noi non abbiamo un'emergenza del tipo lombardo o delle regioni con maggiori livelli di contagio. Ma, di sicuro, prima di arrivare all'utilizzo degli alberghi abbiamo strutture socio sanitarie che possono essere attrezzate ed impiegate per tempo al fine di evitare qualsiasi emergenza, con conseguente corsa ai ripari per forza di cose approssimativi e dettati dall'esigenza di fare in fretta": a parlare così è Giovanni Lullo, medico ed ex consigliere ed assessore del Comune di Cassino.

"Penso all'ospedale di Pontecorvo che ha strutture in grado di essere specializzate proprio per far fronte all'epidemia - ricorda Lullo - ma anche al vecchio ospedale "De Posis" che ha posti letto recuperabili, nonostante la devastazione a cui nel tempo è stato sottoposto. Il discorso di come è stato distrutto e abbandonato l'ex nosocomio di Cassino è una polemica di tipo gestionale rinviabile ad altri momenti. Di sicuro - conclude il dottor Lullo - quando c'è stato il trasferimento dal vecchio al nuovo ospedale, se i servizi territoriali fossero stati destinati al De Posis, la struttura sarebbe rimasta pienamente funzionante e con adeguata manutenzione", 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604