L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Dpi visiera Covid Dpi visiera Covid

Visiere contro il Covid-19, avvertenze e guida all’uso dei DPI

C’è un crescente interesse riguardo l’uso di visiere come DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) per la protezione dal contagio da Covid-19.

Spesso, però, un uso improprio di questo dispositivo può esporre a dei rischi. È bene sottolineare sin da subito che in alcun modo le visiere sostituiscono le mascherine, siano esse chirurgiche o facciali filtranti. Le visiere inoltre non sono dispositivi medici. Le visiere, di qualunque natura, sono dispositivi che integrano la protezione delle mascherine, ma se usate da sole risultano inefficaci.

Come proteggono dal contagio e perché non possono essere usate da sole?

Il meccanismo è piuttosto intuitivo: la visiera offre uno schermo dai droplet, minimizzando la quantità di sospensione aerea potenzialmente infetta che viene a contatto con la mascherina e coadiuvandone quindi il potere filtrante.

I droplet, letteralmente “gocciolina”, non sono altro che liquidi nebulizzati. Ciò che accade quando una persona starnutisce o tossisce non è altro che l’espulsione di droplet e, se la persona ha un’infezione, esso è la principale modalità di trasmissione dell’agente patogeno. Le visiere, però, sono uno schermo rivolto in una sola direzione, che non può in alcun modo aderire alle vie aeree. Per questo motivo la protezione offerta da questi soli dispositivi non può essere ritenuta sufficiente. Sono particolarmente utili però, come protezione aggiuntiva, a quelle persone che sono a contatto con i malati di covid-19, in particolar modo al personale sanitario.

Le diverse categorie di DPI

Per decreto legislativo D.Lgs n. 475/1992, i dispositivi di protezione individuale sono suddivisi in 3 categorie in base all’entità del rischio da cui salvaguardano la salute dell’utilizzatore:

Categoria I

Rientrano in questa categoria i dispositivi atti a proteggere da rischi di lieve entità, che essi siano leggeri urti, agenti chimici non eccessivamente aggressivi, schermi solari etc.

Il tipo di visiera di cui parliamo in questo articolo rientra in questa categoria.

Categoria II

Sono DPI di categoria due quei dispositivi di protezione da rischi medi, quali protezioni di varia natura resistenti a urti, temperature elevate, protezioni contro rischi elettrici, dispositivi antiannegamento ed altri ancora.

Categoria III

I DPI di questa categoria sono quelli che offrono protezione a livelli di rischio elevati. Sono DPI di terza categoria dispositivi come caschi, imbracature anti caduta, maschere filtranti contro aerosol solidi, liquidi o gas tossici, dispositivi di respirazione subacquea, dispositivi di protezione per tensioni elettriche potenzialmente letali.

Diverse categorie di visiere
Diverse categorie di visiere

Caratteristiche di una visiera cat. I

Le visiere anti-covid rientrano, come detto, nei DPI di Categoria I, il che le rende adatte esclusivamente ad un uso specifico. Mentre altri tipi di visiera, come quelle da saldatore o quelle per decespugliatore, richiedono un alto livello di protezione da intense e nocive fonti luminose in un caso, o violenti urti da materiali compatti dall’altro, la visiera di Cat. I anti-covid si attiene esclusivamente alla protezione da droplet. Un uso improprio di questo dispositivo, come nei casi sopra riportati, comporta un rischio per la salute.

ASPÍS, la visiera prodotta in Additive Manufacturing

Progemec sta sviluppando la propria visiera anti-covid, a partire da un progetto pensato per la Stampa 3D.

ASPÍS, così si chiama il dispositivo, sarà composto da una staffa reggischermo ergonomica e regolabile, su cui si innesta una visiera trasparente, sostituibile non appena se ne verificasse l’opacizzazione e/o l’usura. Il dispositivo è attualmente in fase di certificazione come dispositivo di protezione individuale di Categoria I.

Sebbene ancora in fase di certificazione CE, è possibile utilizzare Aspís come ulteriore risorsa di protezione in un momento di scarsa disponibilità di prodotti specifici.

SCOPRI DI PIÙ SU ASPÍS VISIERA ANTI-COVID

Aspis Visiera Covid info
Aspis Visiera Covid info

Progemec, come molte altre aziende del manifatturiero, ha ampliato la propria attività per rispondere in maniera efficace ed efficiente ai vincoli della imminente “Fase 2” dell’emergenza, che prevede l’implementazione di misure di sicurezza e prassi idonee a tutelare la nostra salute durante la convivenza forzata con questo nuovo Coronavirus.

Si prefigura infatti, in questo scenario, la lenta ripresa delle attività in modalità sicure, mantenendo cioè parte di quelle misure già adottate in “Fase 1” come il distanziamento sociale e l’utilizzo di DPI utili alla prevenzione della diffusione del virus.

ASPIS potrà essere quindi un economico dispositivo di protezione aggiuntiva, soprattutto nei contesti a maggior rischio, progettato appositamente per questo scopo.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604