L'Inchiesta Quotidiano OnLine
La minoranza consiliare di Arce La minoranza consiliare di Arce

Arce, la minoranza propone la sospensione dei tributi locali e l'istituzione di un bonus sanificazione

Sospensione dei tributi locali e istituzione di un bonus sanificazione sono al centro di una istanza presentata al sindaco di Arce, Luigi Germani, dall'opposizione consiliare. A firmare il documento sono l'Avv. Emanuele Doria, l'Avv. Maria Lucia Forte, l'Avv. Sara Simone e la Dott.ssa Luana Sofia. "Le note vicende legate alla pandemia del “COVID 19” - ricordano i quattro cosiglieri comunali -, stanno mettendo a dura prova il Paese, ed in particolare le famiglie arcesi e la tenuta economica delle attività commerciali operanti in ogni settore del territorio comunale, con gravi pregiudizi per le stesse, tali da minarne la sopravvivenza; Il ruolo e la missione di ogni amministratore comunale è quello di salvaguardare sempre i propri cittadini, in particolar modo nel momento di emergenza che stiamo vivendo, a tal fine consapevoli del difficile momento che tutti stiamo affrontando, abbiamo ritenuto opportuno avanzare delle proposte al sindaco per il bene di tutta la collettività. Allo stato, infatti, appare essenziale che l’Amministrazione Comunale assuma urgenti iniziative a sostegno delle famiglie e del settore del commercio colpite dalla crisi socio-economica da “COVID19” per un lasso di tempo congruo a consentire loro una boccata d’ossigeno”.

"Tra le possibili misure straordinarie da adottare - propongono Emanuele Doria, Maria Lucia Forte, Sara Simone e  Luana Sofia - vi è la sospensione immediata delle scadenze fissate dalle norme regolamentari dell’ente per esonerare i cittadini e le imprese, dagli oneri di pagamento dei tributi e delle altre entrate comunali in scadenza". per questo la minoranza chiede al sindaco che vengano inserite all'ordine del giorno del consiglio comunale "o, vista l’emergenza, di prendere comunque in considerazione e mettere ai voti nella prima Giunta disponibile, magari alla presenza dei capogruppo di maggioranza e minoranza, le seguenti proposte: la Sospensione almeno fino al 30 settembre 2020, di tutti i pagamenti delle entrate tributarie comunali, inclusi i piani di rientro, anche per i titolari delle attività commerciali. Senza, poi, nessuna applicazione di interessi e sanzioni, con riserva di verificare la possibilità, se la legge lo consente, all’esito della scadenza del predetto termine, di operare delle riduzioni. La Sospensione di tutte le attività di accertamento, di invio e di emissione di avvisi di pagamento; La predisposizione di uno strumento finanziario di intervento che renda possibile una riduzione della Tari a favore delle attività commerciali e artigianali che sono state oggetto dei provvedimenti governativi di chiusura e non hanno potuto proseguire la propria attività lavorativa".

Inoltre, propone sempre l'opposizione, "la verifica di forme finanziariamente meno onerose per i contribuenti riguardanti l'Imu; La valutazione di misure volte a incrementare le risorse destinate al fondo “buoni spesa”; Siccome si ritiene che le imposte comunali rappresentano comunque un peso gravoso soprattutto in questa situazione e, l’Amministrazione Comunale ad oggi non ha adottato ancora alcuna misura in tale senso, auspichiamo l’accoglimento delle nostre istanze e l’adozione di un netto taglio alle tasse cittadine, provvedimento fra l’altro già adottato in diversi comuni italiani".

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604