L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Cassino, le bici a pedalata assistita dell'ex Laziodisu Cassino, le bici a pedalata assistita dell'ex Laziodisu

Cassino, in attivita' il gruppo di lavoro per la mobilità sostenibile. Via al primo anello ciclabile

Sulle biciclette risale il Comune di Cassino ed ora si muove anche: meglio, cerca di recuperare il tempo perso prima di giungere alle “cadenze elevate” dei centri, specialmente del nord Italia e di altre nazioni, che alla circolazione ecosostenibile sono molto allenati.
Fabio Vizzacchero, consigliere comunale di maggioranza, ha verificato le condizioni delle bici a pedalata assistita all’ex Laziodisu, lasciate lì dal vecchio progetto mai partito: «Il consigliere Consales ha fatto i controlli su tutti gli esemplari e per fortuna sono tutte tutti efficienti. In più l’amministrazione ha provveduto a riparare 7 delle 10 bici che erano sotto al municipio. Saranno utilizzate dai vigili urbani, amministratori comunali, dipendenti e volontari del servizio civile».
Il progetto per la mobilità sostenibile viene seguito, oltre che da Vizzacchero, anche dai consiglieri di maggioranza Riccardo Consales ed Alessandra Umbaldo.
«Già abbiamo avuto un incontro in Sala Restagno - sottolinea Vizzacchero - con varie associazioni di bike, per illustrare il progetto della pista ciclabile in centro. Con l'obiettivo di collegare inizialmente il cuore della città sia con la ciclabile lungofiume, sia con la stazione ferroviaria che, infine, con il Campus universitario della Folcara».
Ma questa è solamente la prima fase.
«Successivamente - spiega l’esponente della maggioranza consiliare -, con il reperimento di ulteriori finanziamenti, si migliorerà il sistema ciclo-pedonale e verranno attivati ulteriori collegamenti. L'obiettivo finale è di creare una rete sufficientemente fitta da mettere in connessione i luoghi principali del territorio comunale e dare a tutti i residenti di Cassino centro, delle sua frazioni e dei suoi quartieri periferici la possibilità di poter effettuare spostamenti con distanze medio-brevi, in cui venga usata pressoché esclusivamente la bicicletta. Sul modello di quel che accade da sempre nelle città del nord Europa».
Il consigliere Vizzacchero sottolinea come la conformazione orografica della città si presti molto per questo tipo di mobilità : «Per questa motivazione è urgente incentivare l'utilizzo della bicicletta, poiché ha molti lati positivi, a cominciare dalla riduzione di quell’inquinamento che, nei mesi scorsi, ha fatto scalare a Cassino le classifiche negative del Lazio, quanto a concentrazione di poveri sottili in centro. Senza considerare il caos determinato dalle code e dal traffico, i rumori ed i disturbi acustici. Invece il moto fa bene al fisico oltre ad azzerare le emissioni».
«L’amministrazione Salera - conclude Vizzacchero - insomma ha deciso di puntare con decisione sullo sviluppo green specialmente in questa fase di ripresa dopo l’emergenza Coronavirus e per questo ha creato un gruppo di lavoro. E’ il momento giusto. Il progetto è ambizioso ma fattibile. Il piano ciclabile esiste e verrà attuato per step in base alle risorse che reperiremo. Bisogna dare un segnale forte di innovazione e cambiamento. Direi, soprattutto, di miglioramento complessivo della qualità della vita della nostra città».

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604