L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Gaia Pernarella, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Gaia Pernarella, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle

M5S Lazio, Pernarella espulsa per mancate restituzioni. Cacciatore sospeso per esposto sui rifiuti

Gaia Pernarella espulsa e Marco Cacciatore sospeso: nel Movimento 5 Stelle Lazio è tempo di sommovimenti importanti. La prima è vittima di mancate rendicontazioni e restituzioni e il secondo finito nel mirino per l'esposto sulla futura discarica di Monte Carnevale. Partiamo alla Pernarella: "La mia espulsione dal Movimento 5 Stelle è stata un errore come ne succedono nelle migliori famiglie, in una fase in cui il Movimento sta stringendo il cerchio verso coloro i quali hanno difficoltà ad accettare con sincerità la politica delle rendicontazioni e delle restituzioni di cui sin dall’inizio sono stata una delle più ferme sostenitrici: non per nulla sono tra i Consiglieri regionali che più hanno restituito in questi sette anni di attività. Il Comitato dei Garanti a cui mi sono rivolta è lì proprio per valutare la situazione e sono fiduciosa tutto tornerà presto al suo posto. Come avevo già spiegato ai probiviri, quando il procedimento nei miei confronti è stato aperto, nell’ultimo anno e mezzo ho affrontato delle spese impreviste ragione per cui sono rimasta indietro con le rendicontazioni e le restituzioni previste dal Movimento 5 Stelle".

"Nei giorni scorsi, su una mail che uso soltanto di rado ma che risulta ancora come mio riferimento, mi era pertanto arrivata una notifica di cui non mi sono avveduta mentre su un'altra mail, quella che utilizzo quotidianamente, venivo informata, come tutti i portavoce regionali e nazionali, della scadenza del 6 Giugno 2020 per le restituzioni fino al dicembre 2019. E di quella del 30 Giugno per quelle fino all'Aprile 2020. Proprio sulla base di questo ho pertanto provveduto a rendicontare e restituire tutto quanto dovuto non solo fino a Dicembre 2019 ma fino a Gennaio 2020. E nelle prossime settimane provvederò agli ulteriori tre mesi. Ho pertanto informato delle avvenute rendicontazioni e restituzioni, come è già visibile sul sito tirendiconto.it, e ho scritto al Comitato dei Garanti per evidenziare l’errore commesso. Sono fiduciosa che tutto si risolverà nei prossimi giorni e che potrò continuare la mia battaglia nel Movimento 5 Stelle perché credo nei suoi valori e nel potere di cambiare la politica come fino a oggi ha dimostrato e continuerà a dimostrare in futuro: la mia attività di attivista e portavoce in Regione Lazio sta lì a testimoniarlo", ha dichiarato Gaia Pernarella, Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Lazio.

Quanto a Cacciatore ha dichiarato: "Prendo atto della decisione e mi adeguero'. Valutero' se presentare ricorso - anche se dati i termini ristretti potrebbe rivelarsi inutile". Cosi' in una nota il consigliere M5S alla Regione Lazio, sulla sua sospensione per 30 giorni dal Movimento 5 Stelle decisa dai probiviri. "Ma pur nel rispetto, non rinnego le mie iniziative. Come dovrebbe fare ogni portavoce M5S, ho sempre cercato di condividere le mie iniziative con i cittadini, le ho portate avanti nello spirito delle proposte fatte ai nostri elettori- ha aggiunto- Quando la direzione non era data dal programma, mi sono fatto dire dai territori dove stare e mi sono comportato di conseguenza".

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604