L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Stati generali. Chi non ci sarà?

In Italia sono morte fino ad oggi 34.223 persone causa Covid-19. Circa la metà dei morti in Lombardia, la regione più ricca d’Italia, la regione che fino a qualche mese fa si vantava di avere una delle migliori sanità d’Italia. Oggi la Lombardia è una delle zone del mondo con il maggiore tasso di mortalità per Covid.

Dalla fine di febbraio fino ad oggi è stato un susseguirsi di conferenze stampa, decreti, dati, interviste, appelli, e poi ancora altri decreti, e poi ancora parole, parole mentre le persone ancora oggi continuano a morire.

I medici, gli infermieri e tutti gli altri operatori in prima linea morti per aver fatto fino in fondo il loro dovere sono stati già dimenticati.

Come se non bastasse ieri il Consiglio dei Ministri della Repubblica italiana dà l’OK all’unanimità alla vendita di due fregate all’Egitto, a quell’Egitto in cui il cittadino italiano Giulio Regeni è stato ucciso dopo orrende torture.

In questa situazione di sfaldamento totale, di operazioni di facciata cui la sostanza tarda irrimediabilmente a seguire, vengono proclamati gli Stati generali dell’economia. Da sabato 13 giugno nel Palazzo di alta rappresentanza Villa Doria Pamphilj si apriranno le danze diplomatiche per far sfilare personaggi di vario calibro e livello e tutti ci daranno la loro ricetta per far ripartire l’economia italiana. Non vediamo l’ora che ci vengano elargite queste perle di saggezza economica! Tuttavia pare che la diplomazia della Presidenza del Consiglio qualche errore lo abbia commesso. Molti Italiani importanti non sono stati invitati.

Chi non ci sarà nelle sale stuccate di Villa Doria Pamphilj?

Non ci saranno tutti i lavoratori che ancora aspettano la cassa integrazione.

Non ci saranno gli immigrati raccoglitori di ortaggi che vivono in baracche fatiscenti che tutti fanno finta di non vedere.

Non ci saranno i parenti delle vittime che in Lombardia si sono riuniti in associazione per chiedere verità su quanto è successo.

Non ci saranno tutti quelli che hanno perso il lavoro.

Non ci saranno tutti quelli che hanno smesso di cercare lavoro.

Non ci saranno i medici, gli infermieri, i lavoratori in prima linea morti causa Covid.

Non ci saranno i genitori di Giulio Regeni.

Non ci sarà Giulio Regeni.

Senza tutte queste persone non sappiamo che farcene delle perle di saggezza dei personaggi che sfileranno sotto gli stucchi di Villa Doria Pamphilj.

Anna Maria Tedeschi

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604