L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Antonio Ciotoli Antonio Ciotoli

Psi Ceccano, Ciotoli a testa bassa contro Acea: il caro tarffe è una manovra dal sapore speculativo

"L'aumento del 7.7 % delle tariffe idriche rappresenta un vero salasso per i cittadini della provincia di Frosinone oltre che una vergognosa manovra dal sapore speculativo": lo denuncia Antonio Ciotoli, segretario della sezione di ceccano del Partito Socialista. "Il nuovo vertice aziendale di Acea Ato 5 ha voluto da subito mettere le cose in chiaro - aggiunge -: l'unico obiettivo è quello di fare cassa e pazienza se questo territorio, già colpito da una forte crisi economica ante pandemia è in grande sofferenza, con tante piccole imprese costrette a chiudere e centinaia di lavoratori ancora in attesa della cassa integrazione in deroga".

"Era lecito attendersi un confronto con la classe politica locale - spiega il dirigente socialista -, una parte della quale chiamata a ricoprire ruoli apicali in seno all'organigramma societario, ma così non è stato. I rapporti con il territorio non possono essere delegati a chi fa politica a tempo pieno e che da consigliere regionale e candidato Sindaco della città martire proponeva la costituzione di un consorzio per la gestione del servizio idrico con un ritorno alla gestione pubblica. Quello stesso rappresentante politico oggi è delegato dai nuovi vertici aziendali a girare tra i Comuni. La gestione del servizio idrico dev'essere credibile e scevra da appartenenze politiche e partitiche: al centro del dibattito vanno posti gli interessi comuni e non di bottega".

"Le fatturazioni pesantissime recapitate in questi giorni nel territorio sono figlie anche di questo approccio gestionale che sui manifesta sempre più speculativo, odioso e inaccettabile, specie perché incidente su un servizio primario e universale del quale nessun cittadino o azienda può fare a meno", conclude il segretario Antonio Ciotoli.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604