L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Tabanelli in azione (foto da Fb Frosinone Calcio) Tabanelli in azione (foto da Fb Frosinone Calcio)

Chievo Verona-Frosinone 2-0: secondo ko di fila per i Ciociari

CHIEVO VERONA – FROSINONE 2-0

CHIEVO VERONA (4-3-3): Semper; Dickmann, Leverbe, Rigione, Renzetti; Segre Esposito, Obi (21’ st Di Noia); Vignato (21’ st Garritano), Djordjevic (27’ st Ceter), Giaccherini.

A disposizione: Nardi, Cotali, Ivan, Ogenda, Karamoko, Pavlev, Morsay, Grubac, Zuelli.

Allenatore: Aglietti.

FROSINONE (3-5-2): Bardi, Szyminski, Ariaudo (28’ st Ardemagni), Capuano; Zampano, Rohdén (30’ st Haas), Maiello (12’ st Gori, Tabanelli (12’ st Ciano), D’Elia (30’ st Beghetto); Dionisi, Novakovich.

A disposizione: Iacobucci, Bastianello, Paganini, Citro, Tribuzzi, Brighenti, Krajnc.

Allenatore: Nesta.

Arbitro: Massimi di Termoli.

Assistenti: Sechi di Sassari e Miele di Torino.

Ammoniti: Obi (CHI), Esposito (CHI), Leverbe (CHI), Maiello (FRO)

Marcatori: 8’ st Obi (CHI), 10’ st Vignato (CHI)

Una sconfitta pesantissima che complica ulteriormente la rincorsa alla promozione diretta in Serie A. Il Frosinone fa ritorno all’ombra del Campanile a mani vuote dalla trasferta di Verona. In casa di un buon Chievo, i Ciociari hanno incassato il loro secondo ko di fila (quinta gara consecutiva senza vittorie). Decisive nella ripresa le marcature siglate da Obi e Vignato. I canarini scivolano al sesto posto in classifica restando a 48 punti all’attivo, a -4 dal secondo posto rivestito in condominio da Crotone e Cittadella. Quarto lo Spezia a quota 50 che venerdì sera allo “Stirpe” affronterà proprio Brighenti e compagni. Nesta cambia di nuovo rispetto alla gara col Cittadella. Nel suo 3-5-2 in difesa c’è Szyminski al posto di Brighenti. Sulle corsie esterne Zampano e D’Elia, davanti il tandem Dionisi-Novakovich. Aglietti, invece, si affida a un 4-3-3 con Giaccherini e Vignato a sostegno di Djordjevic. Al 4’ prima sortita offensiva del Frosinone con un’iniziativa di Novakovich e un tiro di Tabanelli che finisce fuori. L’atteggiamento dei Ciociari, comunque, è principalmente difensivo. A fare la partita sono i padroni di casa. Al 12’ errore di Szyminski, ne approfitta Giaccherini che serve Esposito. Conclusione centrale dal limite dell’area che Bardi blocca in due tempi. Al 34’ Djordjevic si gira e tira, la sfera finisce di poco alta sopra la traversa. Ad inizio ripresa canarini pericolosi con Maiello che ci prova con un collo destro senza inquadrare lo specchio della porta. Al 5’ Dionisi spara in Curva da buona posizione sprecando l’ottimo assist di Novakovich. Momento positivo per i Ciociari ma all’8’ i clivensi passano con Obi. Pallone intelligente dalla destra di Dickmann, Djordjevic spalle alla porta stoppa e si appoggia all’ex Inter che dopo un primo tentativo, sfrutta un rimpallo favorevole e spedisce in rete. Al 10’ giunge il raddoppio. Giaccherini crossa dalla sinistra, Vignato la gira di testa e trova un gran gol. Uno-due micidiale del Chievo. Nesta si gioa il tutto per tutto inserendo Ciano in luogo di Tabanelli. Dentro anche Gori al posto di Dionisi. Al 20’ bella azione degli ospiti: palla bassa di Zampano, botta di Rohdén che Semper fa sua senza troppi problemi. 30’ out D’Elia e Rohdén, rimpiazzati rispettivamente da Beghetto e Haas. Poco dopo fuori Ariaudo, entra Ardemagni. “Tempesta Perfetta” schiera addirittura 4 punte per il miracolo ma nel finale non succede nulla. Doccia fredda in una calda serata estiva per il Frosinone.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604