L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Alessandro Nesta (foto da Frosinonecalcio.com) Alessandro Nesta (foto da Frosinonecalcio.com)

Frosinone, i numeri che certificano la crisi. Con lo Spezia sarà vietato sbagliare

Dimenticare in fretta la cocente sconfitta incassata lunedì sera contro il Chievo Verona e proiettarsi con decisione alla fondamentale sfida di domani con lo Spezia. Idee chiare e obbligate in casa Frosinone dopo il secondo ko di fila rimediato al “Bentegodi”. La ripartenza dei canarini è stata da film horror. Appena un punto conseguito rispetto ai nove a disposizione. Un bottino magaro che ha fatto scivolare Brighenti e soci al sesto posto in classifica a -4 dalla seconda piazza (porterebbe alla promozione diretta) ma anche a +5 dalla nona posizione (non consentirebbe di disputare i playoff). Arricchito da numeri da brividi che fotografano in maniera nitida il momento dei Ciociari. Zero gol siglati e quattro subiti. Dati che, se estesi alle cinque partite (includendo anche le ultime due che hanno preceduto lo stop causa coronavirus), assumono dei connotati ancor più negativi (tre sconfitte e due pari con otto marcature incassate e appena due all’attivo). 

Difficoltà in entrambe le fasi -

A livello offensivo non si scoprono di certo ora le difficoltà dei canarini. Le statistiche parlano chiaro: delle formazioni impegnate nella rincorsa alla promozione diretta in A e per i playoff, il Frosinone ha il peggior attacco con 33 reti siglate (quartultimo nell'intero campionato). Sul podio dei goleador troviamo Dionisi a 9, seguito da Ciano a 7 e Paganini a 4. Nessuno è ancora andato in doppia cifra. Segno evidente di come il vuoto lasciato dalla partenza del re dei bomber giallazzurri, Daniel Ciofani, non sia stato colmato nel modo giusto. Novakovich è ancora troppo acerbo mentre Ardemagni non sta dimostrando molto nonostante sia arrivato a gennaio con ben altre aspettative. Adesso, però, esiste anche un problema difensivo. Se la tenuta della retroguardia ha sempre rappresentato il principale punto di forza del Leone, ora l’andamento è diverso. Troppe le otto volte in cui la porta di Bardi è stata gonfiata dagli avversari nelle recenti cinque sfide. Numeri sorprendenti, ai quali “Tempesta Perfetta” è chiamato a porre rimedio. A partire da domani.

Roberto De Luca

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604