L'Inchiesta Quotidiano OnLine
La candidata a sindaco Rita Ricozzi

Cervaro / Rita Ricozzi lancia il guanto di sfida: «Lavoriamo per un progetto condiviso»

Dopo 14 mesi di commissariamento ci si avvia al rinnovo del Consiglio comunale  e alla elezione del nuovo sindaco di Cervaro. Covid permettendo tutto sembra essere pronto per la grande sfida. Ad oggi 4 liste in campo e 4 candidati a sindaco: lo tsunami giudiziario che ha investito il nostro Comune sembra non aver minimamente scosso i faccendieri della politica locale. Sembra che nessuno sia a conoscenza dei disastri amministrativi che si dovranno andare a gestire una volta eletti. La giustizia farà il suo corso ma la politica non può fare il gioco delle 4 scimmiette: non vedo, non sento, non parlo e se anche c'ero dormivo. Adesso basta. Ancora una volta si sta dimostrando l’inadeguatezza di soggetti mossi dalla sola ambizione personale e da spot che sanno di ridicolo di fronte a un vero e proprio disastro amministrativo, un bilancio falsato al limite del pre dissesto finanziario, 4 liste e nessuno che parla di tutto ciò. Bravissimi, però, nel far passare il messaggio di rinnovamento come se non ci si conoscesse abbastanza per avere chiaro il loro impegno diretto e indiretto al servizio delle amministrazioni. Chi è senza peccati scagli la prima pietra. Nessun buon samaritano all’orizzonte. Cervaro merita di conoscere la verità su cosa si dovrà andare ad amministrare prima ancora di scegliere tra il passato e quello che offre il presente. Tutte le candidature sono legittime ma bisogna saper valutare bene la rotta da seguire sapendo leggere e non interpretare le carte e i comportamenti avuti. E’ tempo di confronto a viso aperto senza i padrini e senza coloro che si sentono padroni della casa comunale a vario titolo. E’ tempo di responsabilità e verità. Oggi lancio la sfida a coloro che da tempo ammaliano i cittadini come se con una spugna si potesse cancellare il passato. Lancio il guanto di sfida con bilanci e atti amministrativi prodotti fino ad oggi da una politica cieca e sorda, da una politica mirata solo al raggiungimento di obiettivi personali, lasciando l’amministrazione nelle mani di funzionari che si sono prestati a giochi pericolosi, che hanno minato pericolosamente il buon funzionamento della macchina amministrativa. Rivendico con orgoglio il ruolo svolto come minoranza con la stessa forza di quando ero maggioranza, critica e attenta affinché si amministrasse correttamente la cosa pubblica. Sono sempre stata una persona corretta e leale nell’espletamento dei miei mandati elettivi e questo ha sempre dato fastidio a coloro che credono di essere i padroni del Comune e si credono immuni davanti alle responsabilità che si hanno nei confronti dell’elettorato. Invito i candidati alla carica di sindaco ad un incontro dibattito da tenere in pubblica piazza per sviscerare insieme tutte le problematiche amministrative e confrontare i programmi con i quali ci si propone. Un confronto mirato ad aggregare le migliori forze in campo intorno ad un progetto che rispetti le esigenze di cambio di rotta amministrativo: trasparenza e onesta morale e  intellettuale per non continuare a prendere in giro il popolo. Intorno ad un progetto condiviso si sceglie chi meglio può rappresentarlo come sindaco. Basta personalismi. Io e il mio gruppo siamo pronti con tutti gli atti propedeutici  per il programma che abbiamo stilato e che vorremmo confrontare con i programmi degli altri candidati. Noi siamo pronti alla sfida senza arroccarci su posizioni di chiusura nei confronti di nessuno dei candidati in campo. Serve un governo forte e responsabile se vogliamo uscire dal tunnel. 
              Rita Ricozzi ex consigliere               comunale e candidato Sindaco 

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604