L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco

Roccasecca / Istituito un tavolo di concertazione per riaprire le scuole in sicurezza

Finalmente, dopo tante incertezze, perplessità, dubbi e ipotesi tra il fantascientifico e lo strampalato (ricordate la proposta dell’ineffabile ministra Azzolina di far realizzare gabbie di plexiglass in ogni aula?), il governo ha stabilito che il prossimo 14 settembre 2020 anche in Italia riapriranno le scuole di ogni ordine e grado. Niente più didattica a distanza, che l’ha fatta da padrone durante il periodo del lockdown e dopo, ma si torna al canonico insegnamento frontale, anche se gli accorgimenti anti Covid resteranno sempre incombenti e in molti casi oppressivi ed ossessivi. Nel campo scolastico, quindi, si ritorna ad una parvenza di normalità e francamente era ora: non si può dimenticare, infatti, che il nostro paese è stato il primo in Europa a chiudere le scuole per poi non riaprirle più, rimandando il tutto al nuovo anno. Un primato non proprio esaltante a pensarci bene. Ma ormai il gioco è fatto e tutti sono concentrati sulla ripartenza che per le scuole è stata fissata, non senza polemiche, distinguo e prese di posizione varie, al 14 settembre. Anche Roccasecca, come tutti i comuni della Penisola, si prepara all’evento (perché di ciò, in effetti, si tratta), cercando di incanalare ogni cosa nel suo giusto verso. Ecco perchè il sindaco Giuseppe Sacco e l’assessore alla pubblica istruzione Valentina Chianta hanno ritenuto opportuno inviare al dirigente scolastico una nota nella quale si chiede l’istituzione di un tavolo tecnico di concertazione per chiarire, anche alla presenza del tecnico comunale, eventuali criticità e poter consentire una ripartenza, sicura ed in presenza, il prossimo 14 settembre, alla luce del decreto del ministro Azzolina. Incontro che si è tenuto nella tarda mattinata di ieri nella sala consiliare del palazzo comunale, alla presenza di parecchi membri dell’amministrazione comunale, del dirigente dell’Istituto Omninicomprensivo prof. Starita, dei docenti fiduciari di ciascun plesso e del responsabile dell’Ufficio Tecnico del comune di Roccasecca. Il dirigente ha chiesto ed ottenuto la collaborazione dell’amministrazione comunale in ordine ad alcune modifiche che dovranno essere apportate nei singoli plessi, al fine di consentire la presenza, con le dovute misure di protezione, di tutti gli alunni iscritti in tutte le classi di ogni ordine e grado dell’Istituto Comprensivo. L’amministrazione comunale, con in testa il sindaco Sacco e l’assessore Chianta, che sta già effettuando interventi di ristrutturazione di tutti gli edifici scolastici, si è resa disponibile ad operare, in tempi brevi e, comunque, ben prima della prevista riapertura delle scuole, tutti gli interventi adeguativi richiesti che consentiranno la ripartenza in sicurezza e senza modifiche all’attuale assetto scolastico. Il tavolo di concertazione, in un’ottica di preventivo e continuativo percorso sinergico con il mondo scolastico locale, è stato aggiornato per un successivo incontro da tenersi entro la fine del  mese di luglio. A settembre, insomma, tutti a scuola in in sicurezza. E, soprattutto, senza lo scomodo corredo delle gabbie di plastica.           

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604