L'Inchiesta Quotidiano OnLine

San Vittore del Lazio / «Il sindaco e i suoi devono far luce sulle critiche mosse da Giangrande»

«Giovedì 9 luglio, con il consueto ritardo rispetto alle scadenze stabilite dalla normativa, si è svolto il Consiglio comunale a San Vittore del Lazio con punto preminente il bilancio consuntivo 2019 - così inizia una nota dei consiglieri comunali del gruppo  “San Vittore Bene Comune” Vittorio Marcone,​ Eugenio Iannetta e​ ​Antonio Forgione -. Il gruppo consiliare “San Vittore Bene Comune”, con l’abituale pacatezza, ha evidenziato criticità nella gestione delle entrate e delle uscite del 2019 dove, per la sola presenza del responsabile finanziario, ha ottenuto risposte parziali, nel silenzio generale della maggioranza. Abbiamo evidenziato che il bilancio si regge su due pilastri: le “promesse” di pagamento derivanti dalle transazioni effettuate e la “speranza” che l’evasione dei tributi locali possa essere contrastata, considerazioni dovute alla presenza di 3.300.000 euro di residui attivi, cioè crediti non incassati. Ricordiamo che, nei tempi dovuti, abbiamo presentato proposte al bilancio di previsione parametrate ai bisogni dei cittadini. La seduta è stata caratterizzata da un lungo intervento del capogruppo di maggioranza Francesco Paolo Giangrande che, dopo aver rassegnato le dimissioni di capogruppo, ha evidenziato criticità di estrema gravità nel metodo e nella gestione riscontrate durante lo svolgimento del suo ruolo. Questo gruppo ne ha preso atto e spera che vengano resi i più ampi chiarimenti pubblici, atteso che per la seconda volta consecutiva il risultato elettorale, ad un anno dalle elezioni, viene stravolto da dissidi interni alla maggioranza, democraticamente eletta, nel totale spregio degli elettori. Ci spiace che non sia stata accettata o meglio non abbiamo ricevuto alcuna risposta sul ripristino del Consiglio on line, strumento funzionale per una verbalizzazione precisa, imparziale, capace di raggiungere in differita cittadini impossibilitati a partecipare e addirittura che, da quanto appreso dall’intervento del capogruppo Giangrande, sembrerebbero quasi controllati sui social da piccole vedette lombarde e raggiunti da aspiranti “bravi” di Don Rodrigo. Con rammarico prendiamo atto del consiglio ricevuto dal sindaco il quale, davanti a interpellanze su atti amministrativi compiuti, ci ha invitati a compiere atti successivi. Riteniamo che la politica sia altro e pensiamo di averlo dimostrato in questo primo anno. ​ Tuttavia, anche per il rispetto della nostra dignità, seguiremo il suo consiglio, in considerazione che evidenziare criticità amministrative e limitarsi al voto contrario ci espone a responsabilità erariali con le quali, non essendo mai stati coinvolti per giusto rapporto istituzionale, non abbiamo nulla a che fare» così si conclude la nota dei consiglieri comunali di “San Vittore Bene Comune”. Vittorio Marcone​ ​ ​ ​ ​ ​ Eugenio Iannetta​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ Antonio Forgione

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604