L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Un percorso alla riscoperta dell'antico sentiero Cassino-Montecassino  
Un percorso alla riscoperta dell'antico sentiero Cassino-Montecassino  

Un percorso alla riscoperta dell'antico sentiero Cassino-Montecassino  

CASSINO - Non ci sono solo il rifacimento dell’intera area dell’ex Campo Boario e la creazione del Parco della Pace tra il monumento di Mastroianni e la Rocca Janula, tra i progetti che da qui a breve trasformeranno il volto dei punti d’interesse  storico-culturale più importanti della città (escludendo ovviamente l’Abbazia). C’è anche l’assai meno discusso e trattato “Percorso Naturalistico” (nella foto la planimetria completa). Quest’ultimo infatti, è compreso all’interno del progetto che come prima descritto, impegnerà la società vincitrice del bando su tre importanti cantieri, di cui questo, per quanto più limitato nei costi e nei tempi di realizzazione, è non meno importante. Leggendo infatti la proposta progettuale relativa al percorso, emerge che la ditta si occuperà «della rimozione di materiale roccioso franato dal costone localizzato in vicinanza del secondo attraversamento stradale sulla via di Montecassino (dove ora sono collocate le reti paramassi alla quota di 325 metri sopra il livello del mare). Il materiale - aggiungono - ha un volume complessivo di circa 2 m3 e, allo stato attuale, ingombra il percorso al punto tale da renderlo non transitabile». E così la ditta, si è fatta carico di «offrire all’Ente la completa rimozione di tale materiale e la riduzione in parti più piccole ed eventualmente il riutilizzo nell’ambito dei lavori di sistemazione dei muri in pietra esistenti». Un recupero del sentiero quindi, completamente compatibile con le caratteristiche morfologiche e naturali già esistenti.  Ed è lo stesso assessori ai Lavori Pubblici della Città Martire, il dott. Antimo Pietroluongo, a spiegare che «compatibilmente con i tempi che vedono impegnata in questa fase la ditta nella realizzazione del Parco Urbano, il Percorso Naturalistico nel giro di qualche tempo comincerà a prender forma. Sostanzialente quindi - tiene ad aggiungere lo stesso Pietroluongo - non appena sarà possibile, le diverse cantierazioni procederanno in parallelo, puntando come ovvio nei presupposti del progetto, ad una valorizzazione delle risorse storiche e naturali della nostra città». Ed infatti, proprio partendo da quest’ultimo punto, anche il titolare dell’assessorato all’Ambiente, dott.Riccardo Consales, ha ribadito «che con il percorso naturalistico   farà sarà possibile recuperare e rendere  nuovamente fruibili, gli antichi sentieri che tempo fa collegavano le pendici del “Monte”, con la Rocca Janula. Luogo questo che (come detto in precedenza ndr) verrà interessato  perlatro dagli altrettanto importanti lavori per la creazione del Parco della Pace. L’importanza di questi lavori poi - ha precisato Consales - risiede soprattutto nella scelta di voler recuperare l’antico percorso, mantenendo perfettamente invariate le caratteristiche storiche, naturalistiche e soprattutto strutturali di tutte le aree interessate. Una soluzione questa, che renderebbe realmente integrata ed ancor più importante, la proposta turistica del nostro prezioso Monumento Nazionale di Montecassino, creando una sorta di “rete”, tra il Teatro Romano, la Rocca Janual, il Monumento di Mastroianni, le Sorgenti del gari ed ovviamente l’Abbazia Benedettina».    
 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604