L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Frosinone, citta' in festa per la promozione in serie B Frosinone, citta' in festa per la promozione in serie B

Frosinone, citta' in festa per la promozione in serie B

FROSINONE - Festa grande ancora non sopita in città, dopo il successo che i tifosi giallazzurri aspettavano da tempo: dopo tre stagioni di “purgatorio” in Lega Pro, il Frosinone supera il Lecce e vola in serie B. La gara di ieri - finale di ritorno dei play-off del girone B di Prima Divisione - ha visto i salentini andare in vantaggio con Beretta; prima dell’intervallo il colpo di testa del solito Paganini pareggia i conti. La sfida finisce ai supplementari, e a quattro minuti dal triplice fischio capitan Frara indovina il punto del 2-1, con dedica speciale rivolta oltre le nuvole. Nel convulso finale di partita il Frosinone segna anche il terzo gol. Al triplice fischio di Ros da Pordenone è iniziata la festa vera e propria, con i tifosi che sono scesi sul terreno del Matusa per abbracciare i dirigenti, i calciatori ed il tecnico Stellone. Poi è iniziata la corsa alla maglietta, e soprattutto al “selfie” con i calciatori. Una volta finita la festa, tutti in giro per la città. Tantissime auto che in un sol colpo si sono colorate di giallazzurro, ma anche tante famiglie con i bambini a piedi che hanno preso d’assalto la centralissima via Aldo Moro. Per i più giovani caroselli con le auto e motorini fino alle prime luci dell'alba. Dal punto di vista sportivo, quella della corazzata di Stellone è una vittoria meritata ma certamente non facile. Davanti al blasonato Lecce, specialmente, i ciociari hanno dovuto mettere in campo tutta la loro grinta. Resta il fatto che in questa stagione, nelle prime quattro categorie dei campionati italiani di calcio, solo quattro squadre sono riuscite a restare imbattute in casa: Juventus, Pro Vercelli, Bassano e, appunto, Frosinone. Gli amanti della cabala intanto adesso sognano in grande: come nel 2006, alla vittoria del campionato da parte del Cassino ha fatto seguito la promozione in serie B del Frosinone. Anche quest’anno - come allora - tra pochi giorni inizieranno i mondiali di calcio: è notorio come terminarono quelli di allora... e chissà che anche stavolta non si possa centrare una fantastica tripletta. L’incidente - A guastare la festa dei giallazzurri una nota di cronaca: l’incidente occorso, durante la partita, ad un tifoso canarino che assisteva alla gara dalla curva Nord. Come ricostruito dalla polizia, durante un diverbio tra tifosi locali un 45 anni, residente ad Alatri, è caduto battendo violentemente la testa. Le sue condizioni sono subito apparse serie. Soccorso dal personale del 118, è stato portato all’ospedale Spaziani. Poi, nella serata di ieri, si è reso necessario il trasferimento al Policlinico Umberto I di Roma, dove il tifoso è giunto in coma. Dai primi accertamenti della polizia, coordinata dal questore Giuseppe De Matteis, pare che per questioni personali, il 45enne e un altro sostenitore locale, residente a Frosinone, si siano presi a pugni nel tunnel della curva. Sull’incidente indaga la polizia, che sta raccogliendo elementi per ricostruire con esattezza quanto accaduto.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604