L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Emigranti di successo dal cassinate. Yesica, Miss Argentina 2010   Emigranti di successo dal cassinate. Yesica, Miss Argentina 2010  

Emigranti di successo dal cassinate. Yesica, Miss Argentina 2010  

SAN PIETRO INFINE - Yesica Di Vincenzo, Miss Argentina 2010, è una modella di successo con nonni di San Pietro Infine. Dopo il caso del produttore Andrea Iervolino (di cui ci siamo occupati nei giorni scorsi), siamo andati a cercare un altro nome cassinate di successo nel jet set internazionale. Com’è cambiata la sua vita dal­l’elezione a Miss Argenti­na e quale la sua carriera artistica fino ad oggi? «Essere Miss Argentina mi ha cambiato la vita al cento per cen­to. Mi ha portato a rappresentare il mio Paese in tutto il mondo. Ho conosciuto altri pae­si, culture e sono decisamente cresciuta come persona. Per me è un orgoglio ed una emozione grande essere ambasciatrice dell’Argentina: la preparazione per ogni concorso internazionale si deve fare con molta concentrazione e impegno. Per questo è importantissimo il supporto della famiglia sempre e in ogni circostanza. Però posso dire una cosa: vale la pena affrontare simili fatiche. L’emozione che ti dà trovarsi in un altro Paese e guardare la mia bandiera e l’inno argentino mi dà un’emozione incomparabile». Di cosa si occupa attualmente? «Oggi lavoro come modella pubblicitaria e sfilo in passerella. Del resto lo faccio da quando avevo 15 anni. Viaggio anche moltissimo per questo motivo. Tre anni fa ho aperto nella mia città una scuola per fare la modella, per tutte le ragazze che vogliono entrare nel mondo della moda». Quali legami mantiene con la terra d’origine dei suoi parenti? Viene spesso a San Pietro Infine e conosce il Cassinate? «Da piccola sempre sono stata vicina alla terra di miei nonni: dai 3 ai 16 anni ho anche ballato in un gruppo di danzatori italiani ed ho imparato la lingua italiana. Grazie a miei non­ni ho sentito l’Italia vicina sempre. Mia nonna Caterina mi ha insegnato tutto sopra l’Italia, mi faceva felice dividere con lei momenti che la trasportavano con i ricordi al suo paese natale. Io sono italo-argentina per loro, l’Italia è la mia seconda casa e mi ha dato i migliori nonni del mondo. Oggi, ancora, continuo facen­do eventi insieme alle comunità italiane a Mar de la Plata, la mia città. Sono stata in Italia una volta e non ho potuto viaggiare molto. Per me è un sogno poter conoscere il popolo di mio nonno Vicente, ma sarò presto di nuo­vo nel Cassinate». Quali sono i suoi progetti futuri? «Voglio avere una bella famiglia nel futuro. Voglio crescere con la mia scuo­la ed anche con la mia carriera artistica. In futuro mi piacerebbe poter ritornare in Italia per rimanerci per più tempo e, perché no, per lavorare nel mondo dello spettacolo». Che ruolo ha la bellezza nel successo di una donna? «La bellezza può aprire alcune porte, però non è sufficiente per avere successo nella vita. Bisogna soprattutto lavorare, perfezionarsi, essere perseveranti, avere attitudine e passione per quel che si fa e mai perdere l’umiltà». Quali consigli darebbe alle ragazze meno belle per far carriera anche nel mondo dello spettacolo? «Credo che la bellezza è soggettiva. La cosa più importante è la fiducia che c'è dentro di sé per arrivare all’obiettivo. Quan­do ci proponiamo di fare qualcosa e lavoriamo per questo scopo, presto o tardi la cosa si avvera». Lei sa che la crisi colpisce duramente l'Italia e sopratutto le donne: come pensa se ne possa uscire? «L’Italia ha avuto momenti difficili nella sua storia. E so che ha saputo andare avanti perché  gli italiani sono lottatori, uniti e laboriosi.  Non ho nessun dubbio che tutti insieme andranno avanti».

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604