L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Universita' di Cassino, la Camera approva emendamento che consente la "mobilita'" Universita' di Cassino, la Camera approva emendamento che consente la "mobilita'"

La proposta di welfare lavorativo del Comitato Unico di Garanzia

Lo scorso 22 gennaio il Comitato Unico di Garanzia dell’Ateneo Cassinate ha approvato il Progetto per l’attivazione dello SMART WORKING che riguarda il personale tecnico amministrativo e che sottoporrà agli organi di governo dell’Università. La cabina di regia del Progetto vede coinvolte la prof.ssa Fiorenza Taricone, Presidente del Comitato Unico di Garanzia dell’Università, la Vice Presidente Maria Teresa Pirollo, nonché tutti i componenti del Comitato, i docenti Maurizio Esposito e Assunta Pelliccio e gli amministrativi Roberta Vinciguerra, Angela Grimaldi, Domenico Iannucci, Massimiliano Leva, Nicola Vecchio, Vincenzo Casolare, che hanno profuso il loro impegno per approfondire misure di conciliazione vita-lavoro, migliorative del benessere lavorativo e innovative rispetto al panorama nazionale universitario.

L’iniziativa in particolare, rientra nell’ambito dell’applicazione della Legge n. 81 del 22 maggio 2017, che introduce, accanto al Telelavoro già in essere, una nuova modalità alternativa di svolgimento della prestazione lavorativa denominata SMART WORKING, cioè un concetto di lavoro più agile; un’innovazione che si aggiunge alle tradizionali senza modificare la posizione legale e contrattuale del dipendente. La postazione lavorativa può essere diversa dal luogo di lavoro, a scelta del dipendente stesso, attraverso l’utilizzo di una postazione telematica. Le aree d’intervento saranno: genitorialità, welfare aziendale, flessibilità organizzativa. All’interno di tali asset si richiedono misure quali: l’estensione temporale del congedo parentale, con relativa indennità; nidi d’infanzia/asili nido/spazi ludico-ricreativi aziendali o interaziendali; cessione solidale dei permessi con integrazione da parte dell’impresa dei permessi ceduti; convenzioni per l’erogazione di servizi di time saving; convenzioni e buoni per servizi di cura. La flessibilità organizzativa, terzo e significativo asset, comporterà un progetto di lavoro agile, teso al raggiungimento di parametri di efficacia ed efficienza in termini di risultati, con l’adeguamento dei sistemi di misurazione e valutazione della performance.

Per i datori di lavoro che abbiano sottoscritto, o sottoscrivano, contratti che prevedono interventi sulla conciliazione vita-lavoro è previsto lo sgravio contributivo al fine di promuovere interventi di work-life balance, cioè una maggiore conciliazione fra tempi di lavoro e vita privata.

Il Progetto pilota potrebbe coinvolgere anche le aziende e le imprese del territorio sensibili alle politiche di Welfare Aziendale; l’Università di Cassino è per ora fra le poche ad aver preso in esame questa nuova modalità, progettando di metterla in pratica.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604