L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Cassino ha la sua Concattedrale. Folla di fedeli ad ascoltare il Cardinale Parolin

Una folla di fedeli ha sfidato il caldo intenso ed afoso di una domenica d’agosto, ed ha partecipato con devozione alla Cerimonia Eucaristica tenutasi il 12 agosto presso la Chiesa Madre di Cassino. Un momento di fede che ha consacrato definitivamente l’elevazione al titolo e dignità di Chiesa Concattedrale. Ed è proprio il Vescovo Mons. Antonazzo a dare inizio alla celebrazione, e a ricordare l’annuncio di Papa Francesco del 9 luglio scorso che concedeva il titolo di Chiesa Concattedrale della Diocesi Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo.I saluti di rito ai partecipanti, al Vescovo di Frosinone S.E. Spreafico, all’Abate di Montecassino Ogliari, unitamente ai Presbiteri, Diaconi, Consacrati e consacrate, ad alcuni detenuti della Casa Circondariale di Cassino, ai volontari Unitalsi, ai Cavalieri e Dame dell’ordine del Santo Sepolcro, ai Rappresentanti di Istituzioni Civili e Militari, a tutti i fedeli laici giunti da ogni comunità parrocchiale.Tutti attestano la gioia comune di partecipare all’eucarestia presieduta dal Cardinale Parolin, e la lettura del decreto della Congregazione per i vescovi è stato per i fedeli un momento intenso di fede che attua la decisione personale di Papa Francesco di concedere alla Chiesa Madre di Cassino il titolo e la dignità di Chiesa Concattedrale.Il Decreto è datato 9 luglio 2018 nella significativa ricorrenza di ringraziamento alla Madonna Assunta per la sua speciale protezione sulla città soprattutto in alcuni eventi storici particolarmente avversi e dolorosi.

“Ho accolto volentieri e con piacere l’invito del vostro Vescovo Gerardo, sottolinea il Cardinale Parolin: a presiedere questa solenne eucarestia in questa felice ricorrenza, l’odierna liturgia si pone tra due celebrazioni mariane molto importanti per la vostra tradizione cristiana, la ricorrenza del 9 luglio legata all’atto di ringraziamento verso la Madonna Assunta, e la solennità dell’assunzione di Maria che ogni anno celebrate con grande concorso di fedeli che partecipano con affetto filiale e solenne al rito dell’incoronazione della Vergine Santa, il Decreto di cui è stata data pubblica lettura dichiara le ragioni per le quali il Santo Padre ha accolto la richiesta della vostra Diocesi, ovvero provvedere in modo più appropriato al bene spirituale del popolo di Dio, sono felice di essere tra voi in questa giornata di fede”. "Dire Chiesa Concattedrale- prosegue Parolin- significa credere e vivere il nostro essere Chiesa, unita intorno al Vescovo successore degli apostoli, una chiesa che possa aiutare l’intera comunità diocesana a crescere mediante il vangelo e l’eucarestia nella comunione e nella fraternità". Prima della benedizione finale, Mons. Antonazzo ha voluto esprimere ringraziamento e gratitudine con un dono da porgere a Papa Francesco, una riproduzione unica e inimitabile realizzata a mano, il quadro raffigura la venerata statua della Madonna Assunta, lavorata con la tecnica della cesellatura a sbalzo su lastra in argento e rifinita con cornice in legno su foglia oro. A conclusione dell’evento, l’intervento del Vice Sindaco Benedetto Leone, delegato dal Sindaco D’Alessandro, assente per motivi di salute, a leggere un messaggio alla città. “a nome di tutti i cittadini di Cassino desidero ringraziare tutti per aver reso possibile nel quarantesimo anno della sua consacrazione a rendere la Chiesa Madre di Cassino Concattedrale Vescovile, la nostra è una città martire per tutto quanto abbiamo dovuto subire nell’ultimo evento bellico, ma è anche città della pace come tutte le chiese di Cassino, questa città è risorta e questa chiesa ove oggi siamo riuniti deve portare a termine il sogno del suo ex Sindaco, Antonio Ferraro, che avrebbe voluto assurgere Cassino a città della riconciliazione".  Anche il Comune di Cassino ha voluto, infine omaggiare Papa Francesco di una copia particolare della Regola di San Benedetto.

                                                                                                                                                                                                                                      Enzo Parmisano

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604