L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Cassino, A.D. 2020. L'Incoronazione dell'Assunta ai tempi della pandemia

L'incoronazione dell'Assunta, per i cassinati che si trovano non solo in città ma anche in tutto il mondo, ha da sempre un significato autentico e popolare. La cerimonia del 2020, anno flagellato dalla pandemia e dalle sue ripercussioni sulle categorie più fragili della popolazione, ne ha amplificato la portata. O meglio, le aspettative, pur tra tante polemiche che nelle settimane scorse hanno disorientato non poco i fedeli. L'organizzazione ha dovuto tener conto delle norme di sicurezza anti-Covid, ma ha scelto, nonostante la giornata torrida, di far svolgere la funzione all'aperto, sul sagrato della Concattedrale.

Sedie distanziate, mascherine, acqua distribuita dai volontari: molte le persone che non resistendo alla calura hanno cercato un po' di riparo all'ombra, ai margini di piazza Corte, mentre la Madonna dell'Assunta veniva posizionata dai portatori in mezzo al portale della chiesa. Lì il Vescovo Mons. Gerardo Antonazzo ha proceduto prima alla lettura di una lettera del Cardinale Parolin, Segretario di Stato di Papa Francesco, con gli auguri della Santa Sede per questa ricorrenza così significativa. 

Subito dopo, è stata rinnovata la devozione alla Vergine Assunta attraverso l'Incoronazione. Non sono mancati lancio di coriandoli e piccoli fuochi d'artificio, mentre le campane di Montecassino suonavano a festa ed il sindaco Enzo Salera,  insieme a tutta la giunta e ai consiglieri comunali, applaudiva presenziando come tutti gli anni accanto alle forze dell'ordine. 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604