L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Tiberina dice no alle assemblee: Fim, Fiom e Fismic rispondono con lo sciopero

«Noi non ci lasciamo intimidire dall’arroganza della direzione aziendale e garantiremo il diritto di voto dell’ipotesi di accordo delle lavoratrici e dei lavoratori, indicendo le assemblee per martedì 1 settembre». Questa la reazione a caldo di Fim Cisl, Fiom Cgil e Fismic nel denunciare «il grave atteggiamento assunto dalla direzione aziendale di Tiberina Cassino». Cosa è accaduto è presto detto: le assemblee richieste per oggi, 28 agosto, non sono state concesse.

«Cosa ancor più grave - aggiungono i sindacati - arrogandosi il diritto di comunicare ‘via pec’ la data in cui sarebbe stato “opportuno” , secondo l’azienda, svolgere le assemblee. Vogliamo ricordare a Tiberina Cassino che le assemblee sono un diritto sancito dalla Costituzione e dallalegge 300/70, conquistato grazie alle lotte delle lavoratrici e dei lavoratori. A fronte del rifiuto dell’azienda a concedere le assemblee siamo stati costretti a dichiarare lo sciopero per poterci confrontare con i lavoratori riguardo ai contenuti di un’ipotesi di accordo inerente i benefici economici spettanti alle maestranze per l’anno 2020.

E’ doveroso ringraziare i lavoratori per l’alta adesione allo sciopero. Non permetteremo a nessuno di calpestare diritti e democrazia all’interno di Tiberina Cassino». Una reazione dura, dunque, un atteggiamento muscolare che non lascia spazio a margini di manovra. Sui diritti, le sigle non intendono assolutamente scendere a compromessi.                              

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Stefano Di Scanno

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604