L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il recupero dell'ex carcere borbonico di Santo Stefano tra i progetti in cantiere Il recupero dell'ex carcere borbonico di Santo Stefano tra i progetti in cantiere

Ventotene e Santo Stefano, oggi il workshop per la candidatura a "Marchio del patrimonio europeo"

Nel pomeriggio odierno, con inizio alle ore 17,30, il workshop dedicato alla candidatura di Ventotene per il Marchio del patrimonio europeo. Dopo aver ottenuto il riconoscimento del Diploma d’Europa  e poi di Città della Cultura della Regione Lazio, nel 2019, e Luogo della Memoria con la Legge regionale di quest’anno, Ventotene punta ad ottenere quello del Marchio del Patrimonio Europeo nel 2021. Per prepararsi a presentare la propria candidatura al MIBACT entro il 2 di novembre prossimo, l’Amministrazione guidata dal sindaco Gerardo Santomuro, ha organizzato presso la Sala polivalente Umberto Terracini, il workshopVentotene e Santo Stefano: due isole, una storia e un patrimonio europeo. Verso la candidatura per il Marchio del patrimonio europeo”. L’iniziativa è stata condivisa con l’on. Silvia Costa che oggi copre il ruolo di Commissario Straordinario del Governo per gli interventi di restauro e valorizzazione dell'ex carcere borbonico dell'isola di Santo Stefano – Ventotene.

L’intento è quello di raccogliere le esperienze di coloro che hanno già ottenuto questo riconoscimento, condividere con le istituzioni regionali e nazionali il tipo di supporto su cui poter contare e la disponibilità della stessa Comunità locale nel sostenere una gestione conseguentemente responsabile. Sul piano esperienziale si conta sull’apporto al Convegno del direttore dell’Istituto Storico Italiano per l’età moderna e contemporanea, Marcello Verga, membro del panel europeo degli esperti per la selezione dei siti al Marchio e da Elisabetta Scungio  coordinatore nazionale per il Marchio del patrimonio europeo, del Segretariato generale del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.

Ad essi si affiancheranno, come esempi di “buone pratiche, i referenti di due dei siti italiani che hanno già ottenuto il Marchio,. Giuseppe Tognon presidente della Fondazione trentina di Casa De Gasperi, e Mariarosaria Barbera e Claudia Tempesta del Mibact che hanno lavorato per il riconoscimento europeo per l’Area archeologica di Ostia antica.

Sul piano dei contributi istituzionali, il Commissario straordinario del Governo, l’on. Silvia Costa, indicherà i termini per il recupero e la valorizzazione dell’ex carcere borbonico dell’isola di Santo Stefano, che costituisce un pezzo fondamentale del patrimonio culturale e turistico da far valere in fase di valutazione della Commissione valutatrice della proposta, sia a livello nazionale che europea. 
A lei si affiancherà il Direttore dell’Agenzia del Demanio, Antonio Agostini, che presidia i processi di reimpiego dei Beni dello Stato.

Il Presidente del Consiglio Regionale, Mauro Buschini, trattenuto all’ultimo momento per il Consiglio, non farà mancare i propri auspici all’iniziativa sostenuta già in buona misura dalla Legge n. 12 dello scorso 12 agosto, che ha fornito a Ventotene il riconoscimento di “Luogo della Memoria e di riferimento ideale per la salvaguardia dei valori comuni ispiratori del processo di integrazione europea”.

L’intervento poi del direttore dell’offerta informativa RAI, Giuseppina Paterniti, consentirà di valutare quale comunicazione sviluppare in fase di predisposizione della candidatura e poi, successivamente, nella fase successiva quando si tratterà di rendere evidente, a livello europeo, l’offerta culturale e turistica delle due isole. Fedele alla politica di “partecipazione” che ha contraddistinto la gestione dell’Amministrazione del sindaco Santomauro, fin dal suo insediamento, vi sarà  la possibilità di ascoltare i rappresentanti dell’associazionismo, delle imprese e del resto della comunità locale.  Ciò consentirà di condividere cosa e come valorizzare il patrimonio storico e culturale che le due isole possiedono così da risultare all’altezza dell’offerta che il possesso del Marchio richiede a chi lo detiene. Già molto si è fatto in questi tre anni di gestione Santomauro e molti progetti sono in corso di attuazione. Ad essi si dovranno aggiungere quelli che il workshop suggerirà di mettere in cantiere. Sarà Renato Di Gregorio, presidente dell’Istituto di Ricerca sulla Formazione Intervento, delegato del sindaco, a evidenziare il presente e a raccogliere le istanze per il futuro al fine di stilare il progetto da presentare al Mibact entro il 2 di Novembre.

All’iniziativa prenderà parte, inoltre, il Sottosegretario di Stato al Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, con delega al Turismo, Lorenza Bonaccorsi. che, assieme al sindaco Santomauro,  tirerà le conclusioni di questo incontro di grande rilievo perché  preclude ad una gara che si gioca a livello Europeo nella quale sarà molto importante la qualità della candidatura italiana.

 

 

 

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604