L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Il carcere di Cassino Il carcere di Cassino

Carcere di Cassino, detenuto sferra un pugno all'ispettore di polizia penitenziaria

Non ha la fine la scia di violenza e sangue che caratterizza ormai da molto tempo il mondo delle carceri, alcuni detenuti particolarmente aggressivi ed arroganti ed appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria. L’ultimo episodio, in ordine di tempo, è avvenuto oggi nel carcere di Cassino.

Ne dà notizia Maurizio Somma, segretario nazionale per il Lazio del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE: «Un detenuto di nazionalità tunisina, di circa 50 anni, ristretto con reato di spaccio, già noto a Campobasso per aggressioni al personale, oggi alle ore 14.30, mentre l’ispettore di Polizia Penitenziaria di sorveglianza si era recato sul piano della Sezione per comunicazioni di servizio, lo colpiva con un pugno al volto. E’ ora di dire basta!».

Donato Capece, segretario generale del SAPPE, esprime solidarietà e parole di apprezzamento per il poliziotto ferito a Cassino: «Ogni giorno giungono notizie di aggressioni a donne e uomini del Corpo in servizio negli Istituti penitenziari del Paese, sempre più contusi, feriti, umiliati e vittime di violenze da parte di una parte di popolazione detenuta che non ha alcuna remora a scagliarsi contro chi in carcere rappresenta lo Stato.

E allora è mai possibile che nessuno, al Ministero della Giustizia e al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, abbia pensato di introdurre anche per la Polizia Penitenziaria ed i suoi appartenenti, per fronteggiare ed impedire aggressioni fisiche e selvagge, strumenti come quelli in uso a Polizia di Stato e Carabinieri, ossia pistola “taser” e spray al peperoncino?».

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604