L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Piotr Parzyszek Piotr Parzyszek

Serie B, Frosinone: il giorno di Kastanos e Parzyszek

Dopo Marcos Curado, Riccardo Baroni e Marco Carraro, nella giornata odierna il Frosinone ha completato le presentazioni ufficiali dei nuovi acquisti con Grigoris Kastanos e Piotr Parzyszek. 
 

Kastanos: voglio la Serie A - 
Il centrocampista cipriota classe ‘98 è stato il primo ad approdare alla corte di mister Nesta in questa sessione estiva di calciomercato a titolo temporaneo dalla Juventus U23. E le sue aspettative sono decisamente chiare: «Sono arrivato in una grande squadra, sicuramente per raggiungere l’obiettivo di centrare i playoff per poi andare in Serie A. D’ora in poi è importante focalizzarci partita dopo partita, cercare di portare più punti possibile a casa e poi tireremo le somme». Dopo l’esperienza vissuta a Pescara, il 22enne di Nicosia cerca continuità. Magari per restare in orbita bianconera: «In Abruzzo ho giocato molto. Qui a Frosinone ho questa opportunità in una grande squadra, ripeto, per trovare anche la continuità giusta. A me piace vivere calcisticamente parlando il presente, per cui voglio dare il massimo per questo club e poi vedremo quello che verrà nel futuro». Collocare i Ciociari nelle zone nobili della classifica è obbligatorio: «Possiamo lottare per i primi posti, dobbiamo avere l’atteggiamento giusto. In questa squadra ho visto calciatori forti e di grandissima qualità. La B è un campionato equilibrato, bisogna avere sempre la testa giusta».

Grigoris Kastanos
Grigoris Kastanos

Parzyszek: Frosinone la mia grande occasione -
Subito dopo Kastanos, a prendere la parola davanti alle telecamere del Media Center è stato Piotr Parzyszek (‘93). L’attaccante polacco con cittadinanza olandese, acquistato a titolo  inseguito dal Piast Gliwice ed inseguito per 12 lunghi mesi dai giallazzurri. Lewandowski, Piatek e Milik, tre grandi bomber connazionali del classe ‘93 e punti di riferimento da un punto di vista tecnico: «Mi ispiro a tutti e tre perché sono giocatori molto forti, non mi piace compararmi ad uno in particolare. Ma io ho caratteristiche mie, ci tengo a sottolinearlo». Frosinone rappresenta una grossa opportunità: «Secondo me è la grande occasione della mia carriera, spero di fare tanti gol. Lavorerò duro per centrare questo obiettivo, per la società e per me stesso». La corte spietata del club presieduto da Maurizio Stirpe ha fatto la differenza: «Dallo scorso anno il Frosinone puntava su di me, è successo anche in inverno e questo aspetto lo considero molto importante, cioè sentirmi apprezzato. Per me e la mia famiglia è la scelta migliore». Con un angelo che dal cielo lo osserva in maniera orgogliosa ed al quale ha dedicato due tatuaggi: «Mia madre mancò due anni fa, è stata la figura più importante della mia vita. Per questo ho pensato di fare questi tatuaggi». Parole al miele, infine, per l’Italia: «E’ uno dei 2 o 3 Paesi in cui si gioca il miglior calcio, il livello è molto alto. Tutti i bambini sognano di giocare un giorno nei campionati italiani. E poi anche il modo di vivere italiano è molto apprezzato all’estero». Piotr è pronto a conquistare a suon di gol anche Frosinone. 
Roberto De Luca

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604