L'Inchiesta Quotidiano OnLine
La scuola primaria Pio Di Meo La scuola primaria Pio Di Meo

Sanificazione non certificata, genitore a muso duro contro la scuola primaria Di Meo

A muso duro contro la scuola primara Pio Di Meo di Cassino frequentata da sua figlia. Il papà della piccola, N.D., ha inviato una richiesta di accesso agli atti alla dirigente scolastica e al sindaco, all’ufficio tecnico, al dirigente e al capo segreteria del Miur che, se non ottemperata entro i termini, rischia di diventare materia per uno studio legale. Il motivo è presto detto: la bambina, che frequenta una classe seconda, per volontà dei genitori resta a casa pur godendo di ottima salute.

Si tratta di una vera e propria ‘protesta’ che non terminerà finché, come si legge nella nota ufficiale inviata via pec, la scuola non comunicherà le procedure di sanificazione alle famiglie. Finora sono state due le comunicazioni inviate all’istituto, in una delle quali si specifica che «le assenze non sono da considerarsi per malattia. Durante il periodo di assenza - comunica il papà - mia figlia continuerà a svolgere il programma seguendo l’assegno del registro elettronico. Chiedo, inoltre, l’accesso agli atti delle richieste di sanificazione dell’istituto e suoi ambienti. Se tali procedure ancora non sono state attivate come negli altri Istituti, chiedo di saperne il motivo per iscritto». 

Perché questa presa di posizione così dura? A quanto pare, perché «nell’ultima settimana si sono verificati vari casi di positività al covid-19 tra gli alunni - sottolinea il genitore -. Molte classi e personale docente e addetti alla segreteria sono stati messi in quarantena. Il verificarsi della mancanza di docenti, in particolare sulla classe di mia figlia, obbliga la scuola a sopperire con supplenze di insegnanti di altre classi, creando discontinuità di didattica ma soprattutto una forma di possibile contagio. Fino ad oggi non ci risultano provvedimenti della scuola per la sanificazione». Da qui, la diffida, perché il fatto che la dirigente scolastica abbia assicurato che i bidelli 'puliscono' tutti i giorni non è, allo stato attuale, motivo di tranquillità per le famiglie.

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604