L'Inchiesta Quotidiano OnLine
L'assessore regionale alla sanita', Alessio D'Amato

Regione Lazio, D'Amato avverte: se non cala la curva dei contagi resisteremo solo un mese

 "Gli ospedali sono sotto stress. Registriamo contagi cinque volte superiori rispetto a quelli avuti nella Fase 1, quando avevamo picchi di 220 positivi. Allora, con meno test, non si trovavano gli asintomatici. Ma e' valso per tutti. Adesso speriamo che si abbassi la curva dei contagi. Se non cala, reggeremo solo un mese". Lo ha detto l'assessore regionale alla Sanita', Alessio D'Amato, in un'intervista a La Repubblica. Per quanto riguarda la possibilita' di eseguire i tamponi molecolari nelle strutture private, D'Amato ha sottolineato: "Vogliamo rassicurazioni. Quando abbiamo autorizzato i test rapidi, si sono presentati in 176. Sa in quanti lavorano davvero? Solo in 60. Si sono dimostrati meno preparati del previsto, sotto la sufficienza.

"Con l'aiuto dello Spallanzani valideremo i laboratori che possono analizzare almeno 5mila tamponi molecolari al giorno. Il prezzo al pubblico sara' di 60 euro. Non un euro di piu'. Lo dico perche' non ci sono state sempre situazioni limpide. Abbiamo denunciato a Nas e Antitrust prezzi triplicati per i test rapidi".

"C'e' stata una manifestazione di interesse rivolta ai medici di medicina generale per la somministrazione dei tamponi rapidi e un' adesione di oltre 330 medici ai quali, in maniera associata, nei prossimi giorni verranno dati dei kit e nel loro studio gratuitamente potranno eseguire i tamponi rapidi con modalita' di sicurezza, preventivamente verificata attraverso il Seresmi dello Spallanzani".

 "La Regione non ha dato indicazione di interrompere le attivita' ambulatoriali ne' quelle di tipo programmato, sia di carattere chirurgico che ambulatoriale". Ha aggiunto. "A noi mancano circa 700 tra anestesisti e rianimatori, spesso i bandi vanno deserti perche' mancano i soggetti specializzati. Al termine della riunione- ha aggiunto riferendosi alla commissione sanità - avremo riunione con ministri Speranza e Boccia sulla possibilita' di avere adeguate professionalita' per quanto riguarda il potenziamento dei servizi di prevenzione e il settore della rianimazione e anestesia". 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604