L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Fabrizio Pintori (M5S)

Sora, operativa la proposta M5S sulla riduzione Tari dopo l'adesione a progetti contro sprechi alimentari

Con la pubblicazione sul sito web istituzionale del Comune (https://www.comune.sora.fr.it/tari/) del “modello riduzione per donazione beni alimentari” è diventata finalmente operativa la proposta del M5S Sora per la riduzione della TARI. Nello specifico si tratta della riduzione della parte variabile del tributo della quale potranno beneficiarne tutte le utenze non domestiche (ad es. pizzerie, supermercati, ristoranti, bar) che aderendo a progetti contro lo spreco alimentare conferiscano i prodotti non venduti a enti di volontariato. Lo comunica il portavoce del Movimento 5 Stelle in Comune. Fabrizio Pintori

"Termina di fatto il lungo iter iniziato ad ottobre 2019 con il deposito di una proposta di Mozione (https://5stellesora.blogspot.com/2019/10/il-m5s-sora-presenta-una-proposta-di.html) - anticipato qualche mese prima da un convegno sul tema intitolato “Sora non spreca” (https://5stellesora.blogspot.com/2019/09/convegno-sora-non-spreca-grande.html) – e seguito dall’approvazione della Mozione e dalla modifica del Regolamento della TARI lo scorso 29 settembre. Con la riduzione della TARI per la donazione di beni alimentari sarà possibile conseguire un ritorno soprattutto in termini sociali, ambientali ed economici. Per quanto concerne l’aspetto sociale si ricorda che in Italia operano molte associazioni e imprese sociali che, grazie a progetti di contrasto allo spreco alimentare, riescono a fornire un importante sostegno alimentare alle fasce della popolazione economicamente più fragili".

"Altro aspetto da non sottovalutare riguarda la tutela ambientale. Infatti, la lotta allo spreco alimentare rappresenta uno dei maggiori temi dell’economia circolare, che è divenuta oramai una necessità soprattutto nell’attuale momento storico in cui è aumentata la consapevolezza degli effetti dei cambiamenti climatici. A tal proposito, è bene ricordare che fra i benefici della riduzione degli sprechi alimentari vi è quello di limitare l’impatto ambientale con un risparmio di risorse e beni ambientali, ottenendo in tal modo anche una riduzione della quantità di rifiuti da smaltire, con conseguenti minori costi per la loro raccolta e smaltimento, tutto a beneficio dei contribuenti.

"Dal punto di vista economico, oltre alla citata riduzione della TARI, si ritiene concreta la possibilità che grazie alle attività di recupero e distribuzione delle eccedenze alimentari si generino valide opportunità imprenditoriali e di nuova occupazione. L’importante risultato conseguito rappresenta non solo un’opportunità da cogliere, ma soprattutto una vittoria per la tutta la città", conclude Pintori.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604