L'Inchiesta Quotidiano OnLine

È tempo di bilanci. Per dire addio alle avversità

Mai come in questi ultimi mesi ho guardato attentamente tutto ciò che mi circonda. E spesso quello che ho visto non mi è piaciuto affatto. Adesso che mancano poche settimane a voltare anno penso non ci sia più tempo per rimediare agli errori del passato. Ma possiamo impegnarci ad evitare almeno in parte qualcuno di quelli in agguato nel nuovo che verrà. Intanto, potremmo sforzarci di comprendere che chi è differente da noi forse lo è a ragion veduta. E che certe suggestive prese di posizione forse un perché ce l’hanno. Ma va cercato. 

Mai come in questi mesi ho capito che essere in salute e con i nervi saldi non è così scontato. Anche star bene comporta sacrifici e non ha niente a che vedere con il mondo là fuori. È tutta una questione molto privata, intima e personale. E poiché non siamo animali soli nell’universo mondo, è probabile che il tuo vicino alla cassa del supermercato abbia molto da spartire con te. Più del tuo amico di vecchia data. Quello che credevi di conoscere così bene. Tanto da non comprenderlo più e lasciarlo andare per un’altra strada.

Mai come in questi mesi ho letto negli occhi di una madre una gran voglia di vivere. Di non perdere neanche un attimo di quello che le viene concesso, perché non c’è nessuno che possa arrogarsi il diritto di stabilire chi merita di stare ancora sulla terra e chi, tutto sommato, forse c’è stato anche abbastanza. Le è tornata la voglia di cucinare cose buone, di fare lunghe telefonate per scambiare risate chiassose, di vestire con colori sgargianti se le va.

Mai come in questi mesi ho capito che i diritti hanno un peso. E che i doveri sono un bel banco di prova. Chi non distingue gli uni dagli altri ha poco da deridere il prossimo. Spacciando per smisurato un cervello che, per peso e consistenza, ha dimensioni molto, ma molto ridotte. 

Rita Cacciami 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604