L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Colombia, il caffe' puo' spingere la ripresa economica. Produzione su. Il recupero di ex guerriglieri

Il modo migliore per immergersi nella varietá dei differenti aromi dal caffé colombiano é iniziare dai 125 ettari di cultura, vegetazione e attrazioni del Parco nazionale del caffé, a Montenegro nel dipartimento del Quindio, a 300 km circa ad ovest dalla capitale. Inaugurato nel 1995 dall’allora presidente Ernesto Samper, é andato via via sviluppandosi tanto da costituire un luogo imprescindibile per chiunque voglia saperne di piú su questa nobile e gustosa bevanda. In questo periodo l’accesso dei visitatori é stato ridotto per evitare grosse agglomerazioni, le norme anti covid sono capillari ed efficaci. La cosa che stupisce maggiormante il turista, oltre al bellissimo museo dedicato ovviamente al caffé, é tutto il processo che inizia dalla pianta per finire con il chicco di caffé tostato e macinato.

Migliaia di piante accompagnano per 4 km il percorso del visitatore durante i quali viene sapientemente erudito su tutto quello che c’é da sapere da simpatiche ragazze che spiegano con dovizia di particolari dalla piantagione, alla raccolta, la lavorazione, la tostadura, la macinazione e dulcis in fundo degustazione della bevanda. Il processo viene presentato sia a livello di produzione industriale che artigianale. Il parco del caffé offre anche un settore di divertimenti fatto di montagne russe e giochi acquatici, il tutto attraversato da ben due teleferici e un treno panoramico.

Il Quindio, assieme ai dipartimenti di Caldas e Risaralda costituisce il cuore della produzione del caffé colombiano, il cosiddetto “Eje cafetero” che collocano la Colombia al terzo posto nel mondo dopo Brasile e Vietmam nella speciale classifica. Senza dubbio lasciarsi trasportare dall’aroma del caffé in questa bellissima zona georgrafica del Paese, tra le montagne della cordigliera andina centrale fatta di ampie vallate verdi attraversate da rivoli di fiumi e ruscelli, dove troneggia l’altissima e rara palma di cera, rappresenta una suggestiva esperienza di viaggio. A Manizales l’11 gennaio 2020, é stata incoronata l’ultima regina internazionale del caffé, Iris Yazmine Guerra di El Salvador. Al certamen hanno preso parte candidate provenienti da 22 paesi produttori ed esportatori di caffé.

Nei giorni scorsi l’88 congresso della Federazione nazionale dei produttori del caffé, per bocca del suo presidente Roberto Velez Vallejo ha sancito che la produzione dell’anno 2020, a dispetto della pandemia, ha superato di un 20% quella dell’anno anteriore portandosi  vicina ai 14 milioni di sacchi di chicchi di caffé. Si é registrato inoltre un aumento del 26 % del consumo casalingo della bevanda incentivato dalla diffusione di macchine per la preparazione dell’espresso fornite anche da importanti aziende italiane all’avanguardia nel settore. Sono stati annunciate anche una serie di iniziative da parte della Federazione volte a promuovere alleggerimenti fiscali nei confronti dei piccoli e medi produttori.

La tendenza é riuscire ad ottenere un prodotto sempre piú di qualitá, in grado di soddisfare i crescenti standard mondiali. Il caffé é diventato anche uno degli strumenti che favorisce il reinserimento nella vita sociale di ex guerriglieri delle Farc. Dopo il porcesso di pace infatti varie piccole cooperative formate da ex combattenti si sono sviluppate in diverse zone del paese impegnate a coltivare e vendere i chicchi di caffé nel mercato interno colombiano. Il futuro economico e sociale della Colombia passa indubbiamente attraverso il chicco del caffé, bellissima icona di un nazione che vuole affermare il propio ruolo a livello internazionale.

Antonello Caponera

Bogotà

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604