L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Guido Angelozzi (foto da Frosinonecalciomagazine.com) Guido Angelozzi (foto da Frosinonecalciomagazine.com)

Calciomercato Frosinone, Angelozzi: «Pronti a cogliere le occasioni, chi ha malumori sta fuori»

«Il mio primo bilancio di questi due mesi qui a Frosinone, mi ritengo abbastanza soddisfatto dell’inserimento nella società e nell’area Tecnica. Quello che pensavo di questo club stando al di fuori, ha avuto conferme e sta ottenendo certezze sia per quanto concerne la squadra che per la stessa società. Il mio pensiero è molto positivo». Lo ha detto Guido Angelozzi, responsabile dell'area tecnica del Frosinone, in conferenza stampa. L'esperto dirigente ha fatto il punto sul mercato, partendo dalla situazione legata a Dionisi e Ardemagni: «A riguardo si è già espresso il presidente che è il vertice del club, mi sembra che la domanda nello specifico abbia già la riposta pronta. Non abbiamo invece il problema di dover cedere giocatori over per acquistare. Ripeto un concetto fondamentale: la società mi ha messo a disposizione delle risorse per interventi eventuali sul mercato, il presidente ci ha detto senza indugi che, se abbiamo bisogno di qualche altro giocatore, lui è pronto ad intervenire. Ma sia io che il tecnico abbiamo detto di essere soddisfatti della rosa che abbiamo. E solo se dovesse capitare una opportunità che ci può aiutare a crescere come gruppo non ci faremo trovare impreparati e la valuteremo». 

Sul neo arrivato Millico: «Cercavamo un attaccante con le caratteristiche di Millico, lo abbiamo preso velocemente perché era un giocatore molto ambito da altre società. Ma in questo momento non parlerei di altri attaccanti, siamo contenti della rosa che abbiamo in quel reparto. Chiaramente sul mercato può verificarsi un’opzione vantaggiosa con il passare dei giorni, siamo pronti ad intervenire non è una esigenza. Se avessimo voluto acquistare Millico a titolo definitivo, il Torino non ci avrebbe concesso nemmeno il diritto di riscatto perché è un ragazzo sul quale loro puntano molto. Ripeto ancora le intenzioni del presidente Stirpe di intervenire sul mercato qualora se ne presentasse sia la necessità che l’occasione, per cui dipende dal tipo di giocatore che si va prendere e soprattutto da come la Società che ne possiede il cartellino intende cederlo». 

Questione terzino sinistro - «Sono tanti a centrocampo ma dipende, come ho detto prima, dalle volontà dei calciatori. L’importante che ci sia lo spirito, il comportamento corretto, l’attaccamento alla maglia, niente malumori. Chi ha malumori sta fuori. Il Frosinone, Guido Angelozzi, Alessandro Nesta sono tutti dentro la stessa barca. Tutti dobbiamo remare nella stessa direzione. Se a qualcuno non piace stare in panchina, lo accontentiamo senza indugi e amici come prima. Quanto al terzino sinistro, se c’è una opportunità interessante sul mercato vogliamo migliorarci. Se non dovesse prospettarsi, stiamo bene così. Mi piace essere sempre molto chiaro e dire la verità. Al momento puntiamo ad arrivare più in alto possibile. Nel prossimo futuro si punterà su giocatori esperti e giovani di qualità e prospettiva, cercando quindi di fare qualche investimento per la crescita della società attraverso l’ottenimento della proprietà di calciatori. Sono delle fasi di lavoro che vanno indirizzate in maniera adeguata. Quanto a Millico, aggiungo che  non è un giocatore che il Frosinone poteva acquistare a titolo definitivo ma nemmeno il Sassuolo o il Cagliari che lo hanno cercato a lungo lo possono acquistare. Pazienza, cercheremo di individuare ed acquistare qualche altro giocatore per creare valore».

Rinnovi dei contratti in scadenza - «Forse qui eravate abituati che i contratti si rinnovavano presto. Alla squadra ho detto al mio arrivo che i contratti in scadenza non li rinnovo durante il campionato, ne parlo solo dal 31 maggio: è la mia filosofia di operatività dentro un club, ne ho parlato con la proprietà. Chi non se la sente di aspettare può trovare altre soluzioni. Dobbiamo essere una Società che deve capire cosa sta attraversando il mondo intero, l’economia mondiale». 

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604