L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Nesta in conferenza (foto da Frosinonecalcio.com) Nesta in conferenza (foto da Frosinonecalcio.com)

Vicenza-Frosinone, Nesta: «Sarà una gara fastidiosa. Millico? Può partire dal 1'»

Concentrazione e massima attenzione per tornare a gioire con una vittoria che manca dal 15 dicembre. Potendo contare su un innesto importante come Vincenzo Millico, pronto a partire dal 1’. Questi i titoli della conferenza stampa di vigilia dell’allenatore del Frosinone, Alessandro Nesta, in vista del match di domani sera contro il Vicenza, valevole per la diciottesima giornata del campionato di Serie B.

Sarà una gara fastidiosa -

I rivali biancorossi guidati dal tecnico cassinate, Domenico Di Carlo, attualmente rivestono il tredicesimo posto in classifica con 19 punti all’attivo. 6 in meno rispetto ai Ciociari, ottavi in graduatoria a quota 25. «Mi aspetto una partita “fastidiosa” - ha detto il mister giallazzurro - contro un avversario che ha un grande spirito. Abbiamo visto la partita che hanno giocato a Brescia, lì la differenza l’ha fatta proprio lo spirito che hanno messo in campo. Questa voglia di fare che hanno, queste ripartenze. Ripeto: sarà una gara difficile anche per il momento che viviamo, però sono convinto che possiamo giocarci tutte le carte che abbiamo. Noi abbiamo avuto i rientri del primo gruppo reduce dal Covid e loro sono chiaramente più avanti nella condizione. Altri sono un pochino indietro, dopo 13-14 giorni di isolamento hanno solo 2-3 allenamenti nelle gambe. Per cui ci servirà qualche settimana per riportare tutti allo stesso livello».

Modulo e Millico, il punto -

Possibile una conferma del 4-3-3 visto all’opera nelle ultime due uscite. Anche se, a riguardo, Nesta non si è sbilanciato più di tanto: «Valuteremo bene dopo l’ultimo allenamento, soprattutto come stanno reagendo i ragazzi che erano stati fermi. In base a quanto emergerà faremo la scelta tattica. L’abbiamo già in mente ma va soppesato tutto. Abbiamo due moduli, possiamo iniziare in un modo e finire in un altro ma vogliamo avere prima un quadro esatto della condizione di tutti». Con un Vincenzo Millico in più: «Potrebbe iniziare dal 1’. Ripeto, anche per questo discorso dobbiamo vedere come stanno tutti. Comunque è un giocatore che ci dà diverse soluzioni: è veloce, salta l’uomo, un ottimo innesto». Difficile, però, immaginare ad un impiego nel tridente in contemporanea di Parzyszek e Novakovich: «Si fa più fatica con entrambi perché è più difficile allargarne uno nella fase di non possesso».

Un calcio condizionato dal Covid-19 -

Sul campionato, inevitabilmente condizionato dal Covid-19, il tecnico canarino ha affermato: «Giochiamo un calcio diverso proprio perché non c’è il pubblico. Ci siamo abituati, è vero. Ma le partite sono più lente, la concentrazione è diversa e il pubblico manca a tutti. E poi non dimentichiamo che il nostro lavoro rientra nell’intrattenimento delle persone dentro uno stadio, se non ci sono le persone ha davvero poco senso».

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604