L'Inchiesta Quotidiano OnLine
Foto lil_foot_ da Pixabay

Lezioni in presenza a Cassino, i dirigenti scolastici uniti nella "lotta" scrivono al Prefetto

Le proteste degli studenti non sono più un caso isolato. Chiedono da giorni maggior sicurezza sui trasporti ed una razionalizzazione di ingressi ed uscite. I genitori sono, nella gran parte, al loro fianco perché comprendono benissimo le difficoltà dei loro figli nell'arrivare a scuola (costretti a levatacce a causa della carenza delle corse) e, soprattutto, nel ritornare a casa ampiamente dopo le 17 per quanto riguarda i pendolari. Tutto perché le fasce orarie stabilite a tavolino per la riapertura in presenza dal 18 gennaio (8-13 e 10-15) rappresentano, all'atto pratico, un vero incubo per tutti.  Con le maggiori difficoltà riscontrate, negli spostamenti, soprattutto nel turno 10-15. 

Per questo motivo, ieri (come avevamo preannunciato su L'inchiesta) i dirigenti scolastici degli istituti superiori di Cassino ( i presidi Bianchi, Merino, Orlando, Pietroluongo, Salzillo e Venuti) si sono confrontati in videoconferenza ed hanno deciso una linea comune, con richieste specifiche da rivolgere all'Usr Lazio e al Prefetto di Frosinone.

Cosa chiedono, in concreto, i presidi del Medaglia d'Oro, del Majorana, del Varrone, del Carducci, del Pellecchia e dell'IIS San Benedetto? Considerando la carenza di copertura della linea di trasporti in determinati orari, che si preveda un orario differenziato per le scuole che si trovano in centro città e per quelle che sono alla Folcara (2200 studenti solo in periferia). Oltre a tener conto delle diverse organizzazioni della didattica, che per alcune scuole è spalmata su sei giorni, per altre su cinque. 

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604