L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Accesa la fiaccola benedettina a Norcia. Il messaggio di Papa Francesco al padre Abate

Momenti di grande emozione quelli vissuti oggi a Norcia, dove è iniziato il cammino della Fiaccola benedettina Pro Pace et Europa Una. Un cammino del tutto diverso dagli anni precedenti, a causa della pandemia dovuta al Covid-19 che impone il rispetto di norme ben precise. Per la prima volta dopo il sisma del 30 ottobre 2016, ed eccezionalmente per questa occasione, è stata data la possibilità di accedere all’interno della Cripta della Basilica di San Benedetto, ancora in ricostruzione, e proprio qui si è svolta la solenne accensione della Fiaccola benedettina. Una cerimonia che ha colpito tutti i presenti, per la precarietà del luogo ancora inaccessibile a causa dei lavori e per il forte significato che riunire proprio lì monaci e sindaci delle città benedettine porta con sé. 

Una ristretta rappresentanza dei tre Comuni, gemellati nel nome di San Benedetto, e delle rispettive delegazioni religiose, tra cui l'Abbazia di Montecassino con l'Abate Donato e dom Luigi Maria Di Bussolo, ha partecipato alla emozionante Cerimonia, durante la quale è stato letto il Messaggio di Pace 2021, quest'anno sostituito dal Messaggio di benedizione del Santo Padre. Questa volta, infatti, il posto del tradizionale Messaggio di Pace è stato lasciato al Messaggio di benedizione che il Santo Padre Francesco ha voluto inviare alle tre città di Norcia, Subiaco e Cassino, unite dallo spirito benedettino e dalla volontà sempre più forte di essere testimoni nel mondo della eredità del Patriarca fondatore del monachesimo occidentale.

Questo il messaggio inviato da Papa Francesco al Padre Abate: «ln occasione delle celebrazioni benedettine indette per l'accensione della fiaccola pro pace et Europa una, che tradizionalmente raggiungeva la città di Norcia, di Subiaco e di Cassino, e che sarà ora portata in due luoghi simbolo nella lotta contro il Covid-19: l'ospedale Spallanzani di Roma e la citta' di Bergamo, il sommo pontefice rivolge il suo deferente saluto, esprimendo vivo compiacimento per la provvida iniziativa, auspicando che il significativo gesto, quest'anno così simbolicamente evocativo dl un rinnovato desiderio di rinascita, incoraggi a camminare sui sentieri della santità tracciati da San Benedetto e da quanti a lui si sono ispirati, andando incontro a Cristo con gioia. Con tali voti, Papa Francesco, mentre invoca abbondanti grazie celesti, imparte di cuore a Lei, al confratelli e al promotori dell'iniziativa l'implorata benedizione apostolica, volentieri estendendola a tutti gli operatori dell’ ospedale Spallanzani e all'intera città di Bergamo, con un particolare pensiero per quanti hanno perso la vita a causa del corona virus»

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604