L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Fratelli d'Italia Frosinone, Fagiolo attacca su assunzioni e rifiuti: il Comune si costituisca parte civile

"Molti hanno sperato e sperano tutt’ora che fosse vero, parliamo del PD che con un colpo di fulmine ha cambiato le sorti e, la vita di diverse persone, il PD ha fatto il miracolo! Come miracolosamente venivano moltiplicati il pane ed i pesci, il PD ha moltiplicato il numero dei posti di lavoro riservati in un concorso pubblico, svolto nel Comune di Allumiere (RM), che così passa da 5 a 107 posti di lavoro in un colpo solo, e fa un regalo allo stesso PD che si regala da solo il cambio del nome del partito che, passa da Partito Democratico a “Poltrone Divani” appunto PD". E' l'attacco di Mimmo Fagiolo, portavoce FDI Frosinone.

"Fantastico lo stratagemma, che mette a parità di punteggio ben 85 aspiranti concorrenti, e tutti all’ultimo posto disponibile del concorso della lista, dalla quale possono attingere (la Legge lo consente) Comuni o Regione stessa, così senza espletare ulteriori concorsi. Il tutto perpetrato a ridosso del Natale, notoriamente periodo di regali e doni per amici e parenti. Regali certi per la lista degli amici, compari di nozze e politici che hanno goduto del miracolo, invece, sventura e rammarico per coloro giovani e non, che non hanno ricevuto il miracolo ma, si sono ritrovati gabbati e con un futuro tarpato dal PD".

"Bastava frequentare, farsi fare da testimone di nozze, essere vagamente amici o, altresì essere ad esempio il Segretario PD, per essere regolarmente e, a vita assunto negli uffici della Regione Lazio, però risultare al contempo sconosciuto nella sede provinciale del PD (Poltrone Divani) di Frosinone così come dichiarato al Giornalista inviato da LA7 nella trasmissione condotta da Giletti", aggiunge Fagiolo.

"Che dire inoltre, di altre oscure vicende legate al mondo dei rifiuti e, riguardante sempre politici del PD della nostra Città e dell’intera Provincia, delle quali si sta occupando la Magistratura e, che come Fratelli D’Italia ci auspichiamo che la Città di Frosinone si costituisca come Parte Civile. Fratelli d'Italia denuncia tutto ciò e, senza se e senza ma, condanna questi signori che, screditano l’intera classe politica, rendendo sempre più drammatico il distacco tra i Cittadini e la politica stessa. Pertanto chiediamo le dimissioni da Consigliere Regionale e non solo, come Presidente del Consiglio Regionale, ma anche le dimissioni del Sig. Segretario cittadino".

"Mi permetto di ricordare che il “non poteva non sapere”, non vale solo per gli altri partiti ma anche per il PD, per cui ci aspettiamo le giuste dimissioni del Presidente N. Zingaretti. Ci teniamo a sottolineare che pur non essendo FDI il solo partito alla guida del Comune di Frosinone, con una seria ed attenta politica del fare, con una serie di Donne e Uomini del Nostro Partito e con i nostri alleati condividiamo e determiniamo una maggioranza di Centro Destra dove tutto ciò certamente non accade": chiude con sicurezza Fagiolo.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604