L'Inchiesta Quotidiano OnLine
I dirigenti leghisti cassinati Imma Altrui e Diego Margiotta in una foto scattata alla villa comunale I dirigenti leghisti cassinati Imma Altrui e Diego Margiotta in una foto scattata alla villa comunale

Lega Cassino, Altrui: sulle nuove piantumazioni il sindaco ci dia tempistica e consistenze

«Apprendo con piacere i finanziamenti in arrivo al Comune di Cassino per piantare nuovi alberi e arbusti nelle aree pubbliche, con l'obiettivo, inserito nel progetto di “rivoluzione green” della regione Lazio, di restituire “ossigeno" alle città»: esordisce così Imma Altrui responsabile organizzativa della Lega di Cassino. «Data la mancata chiarezza su come sono state spese le risorse ricevute in passato e sul compimento o meno di alcuni progetti correlati, sollecito in questa occasione la giunta Salera ad informare tempestivamente i cittadini sulle modalità di utilizzo dei finanziamenti in arrivo e nello specifico quanti alberi e arbusti verranno piantati e soprattutto quando e dove». «L’amministrazione - invita Altrui - applichi le leggi in merito alla gestione del verde ed eviti, come è già successo in passato, di essere sanzionata dagli enti regionali preposti, per non aver redatto né pubblicato un bilancio ed un piano del verde. I cittadini reclamano sempre più verde pubblico, sottolineando di volere alberi nuovi nella città, perché stanchi di gesti e opere di cemento inutili».

«Dunque l’amministrazione Salera utilizzi le risorse in arrivo per piantare alberi e arbusti come da progettazione presentata - la leghista incita al rispetto dei progetti -. Invito inoltre la giunta a consultare tecnici e agronomi prima di disporre un eventuale futuro abbattimento di alberi, in modo da evitare danni all'ambiente a causa di improvvisazione e inesperienza». «Rammento a tal proposito l'episodio degli alberi abbattuti nella scuola d'Annunzio di Cassino, riguardo al quale - precisa Altrui - il sindaco Salera, senza una previa relazione tecnica e agronomica, dalla quale risultasse una verifica delle alberature e solo successivamente un’eventuale richiesta di tagliare alberi pericolosi o secchi, ha proceduto direttamente all’eliminazione indiscriminata di tutti gli alberi, mostrandosi così poco attento e sensibile alla gestione e valorizzazione del verde pubblico».

Ma, avverte l’esponente del Carroccio cassinate, «la città deve contrastare il cambiamento climatico, proteggere le biodiversità e correre al riparo dall’inquinamento con la piantumazione di alberi in grado di restituire aria nuova e pulita al territorio, svolgendo così una funzione fondamentale soprattutto per la salute pubblica. È necessario un vero e proprio censimento degli alberi, che dimostri anche la corretta e concreta applicazione della legge nazionale vigente n. 10/2013 che impone l'obbligo ai comuni sopra i 15mila abitanti, di piantare un albero per ogni bambino nato o adottato». «Vede caro Sindaco tanta è oggi la sfiducia e la disillusione di molti cittadini che non vedono nella sua amministrazione un organo di tutela e sostegno, ma un soggetto distante e anche ostile. Non faccia ancora una volta come Ponzio Pilato al cospetto del verde pubblico della città. Si assuma le responsabilità e ci faccia sapere al più presto», conclude Imma Altrui.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604