L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Infedelta', oltre 90mila laziali si sono già iscritti alla piattaforma per love affaire extraconiugali

Come già comprovato da numerosi studi scientifici, l’arrivo della primavera porta un vero e proprio risveglio… dei sensi! Grazie ad una maggiore esposizione alla luce solare, la dopamina, l'ormone del piacere, aumenta sensibilmente, soprattutto nelle donne. Non sono da meno gli ormoni maschili: la maggiore presenza di testosterone intensifica il desiderio sessuale e la voglia di novità. Lo sa bene anche Ashley Madison, la piattaforma online con oltre 70 milioni di iscritti in 52 Paesi per chi è alla ricerca di love affaire extraconiugali che, con un nuovo look & feel e una migliore user experience, da Marzo si rilancia in Italia, dove è presente dal 2011.  “L’Italia, con 735.000 iscritti ad oggi, rappresenta il terzo mercato per volume di utenti in Europa, dopo Regno Unito e Spagna, ed il quattordicesimo nel mondo. Nel 2020 abbiamo registrato un aumento delle iscrizioni del 9% rispetto all’anno precedente, ma solo nel mese di gennaio 2021 abbiamo avuto un picco del 10% in più della media mensile nel 2020” – ha affermato Christoph Kraemer, Managing Director di Ashley Madison per l’Europa.

Lazio in cima alla top 10 delle regioni con più alto tasso di infedeltà. Nell’attuale ritratto della penisola, caratterizzata dall’avvicendarsi di colori che determinano più o meno restrizioni e libertà di movimento per contrastare l’attuale pandemia, la piattaforma Ashley Madison ha stilato anche la classifica delle 10 regioni in cui si concentra il maggior numero di persone con propensione alle occasioni di incontro extraconiugali.

Il Lazio è in prima posizione, seguito da Lombardia e Toscana. Scivolano sotto il terzo posto in poi, in ordine di classifica, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Veneto e Marche. Mentre si piazzano al di sotto della media nazionale Molise, Basilicata, Calabria e nel Centro-Sud in generale si concentrano le regioni con gli abitanti più restii agli approcci sessuali al di fuori del matrimonio. Analizzando invece il totale di nuovi iscritti alla piattaforma Ashley Madison nel corso del 2020, il Lazio scende in seconda posizione come regione in cui si è registrata la maggiore percentuale di nuovi utenti con 14,7%, superata dalla Lombardia con il 22,3% di iscrizioni. In terza posizione troviamo il Veneto con il 9,5%, a seguire Piemonte con il 7,9% ed Emilia-Romagna con il 7,8%.

Osservando la Capitale, poi, si trova nel quartiere di Tuscolano la più alta percentuale di iscritti alla piattaforma. Segue a ruota il quartiere Ostiense portando due realtà periferiche in testa alla classifica dei quartieri con più alta propensione al tradimento. La “top 5” continua con i quartieri Trionfale, Ardeatino e Giuliano-Dalmata. La zona centrale di Roma, con il quartiere Flaminio-Parioli si stabilisce circa a meta della classifica. In coda troviamo il Tiburtino che dimostra essere il quartiere che meno cerca incontri sessuali al di fuori del letto coniugale.

 

Ecco la classifica completa dei quartieri romani in base alla propensione al tradimento:

Tuscolano

Ostiense

Trionfale

Ardeatino

Giuliano-Dalmata

Portuense-Gianicolense

Flaminio-Parioli

Montesacro

Prenestino

Pietralata

Appio Latino

Alessandrino

Ponte Mammolo

Aurelio

Nomentano

Primavalle

Tor di Quinto

Prenestino

Tiburtino

L’identikit del “traditore” italiano - Ma tra uomini e donne, chi tradisce di più? Tra i 735.000 utenti italiani iscritti su Ashley Madison a tradire sono in leggera maggioranza le donne, il 10% in più degli uomini, contrariamente al resto del mondo. Infatti, il campione femminile italiano rappresenta ben il 57% in più, se osservato in relazione agli altri Paesi considerati.

In Italia, tra le donne, il 29% ha una fascia d’età compresa tra 30-39 anni, quella di riferimento per le unioni legalmente sancite, se si considera che l’età media in cui le donne italiane si sposano è 32 anni. Mentre sono il 23% gli infedeli uomini in età media da matrimonio, ovvero 34-35 anni, secondo le abitudini nostrane.

 

Matrimonio e tradimento -  Ma quanto influisce di fatto lo status coniugale sull’attitudine all’infedeltà? Anche in questo caso lo spartiacque tra uomini e donne è netto: gli uomini dimostrano interesse verso rapporti sessuali al di fuori della coppia, di fatto già quasi due anni prima di sposarsi, ricercando relazioni fisiche senza legami a lungo termine, a prescindere dai progetti di futuro insieme ad un possibile partner; le donne esplorano un’opportunità di incontro extraconiugale entro il primo anno dalle nozze. Dipende forse dalla disillusa scoperta che il principe azzurro, con cui hanno immaginato felicità sessuale per sempre, nella realtà possa non essere solo la persona a cui hanno giurato fedeltà a lungo termine?

 

Quando si progetta un’avventura - Uomini e donne tornano a pensarla allo stesso modo quando si tratta di scegliere il momento migliore per andare a caccia di un tradimento: ed è così che nelle fasce serali, quando gli ormoni hanno raggiunto il loro picco massimo grazie alle precedenti ore di luce, gli italiani si dedicano alla ricerca di un partner che soddisfi quei bisogni sessuali rimasti inattesi all’interno della coppia.

“Nel 2020 abbiamo osservato come il picco di nuove iscrizioni si concentrasse sempre la sera, tra le nove e mezzanotte, ma ancora una volta abbiamo visto come, anche su questi aspetti apparentemente banali, ci sia una forte distinzione di approccio tra i comportamenti femminili e quelli maschili, gli uomini infatti dopo l’iscrizione fruiscono della piattaforma anche nelle ore diurne tra le 13 e le 16, mentre le donne rimangono fedeli alle fasce serali” – ha affermato Christoph Kraemer.

“Non solo: all’interno della settimana, il lunedì è il giorno in cui si registra il picco massimo di attività da parte degli uomini, forse già in preda alla frenesia di una pronta scappatoia dopo il weekend trascorso sotto il radar di controllo del partner. Le donne interagiscono di più il mercoledì, a metà tra l’insoddisfazione di una settimana in salita e la proiezione verso l’attesa di un weekend di svago ed evasione sessuale” – conclude Christoph Kraemer.

Dall’analisi di Ashley Madison emerge quindi uno scenario dove gli italiani dimostrano sempre maggiore proattività verso la ricerca di affaire extraconiugali.  Non è un caso, se si considera che secondo dati resi noti dall'Associazione Nazionale Divorzisti Italiani, il 2020 - anno caratterizzato dalla convivenza persistente e forzata durante i periodi di lockdown - ha registrato un aumento delle richieste di separazioni del 60% rispetto all’anno precedente. Di queste, il 40% motivate da infedeltà coniugale, anche virtuale, tra le varie cause esaminate. Se la richiesta di una separazione al giorno d’oggi non diventa necessariamente un divorzio, spesso per i costi da sostenere e per l’incertezza del periodo, il dato e l’aumento delle iscrizioni alla piattaforma Ashley Madison lasciano già intendere che nel 2021 continuerà a crescere il numero degli italiani alla ricerca di incontri extraconiugali.

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604