L'Inchiesta Quotidiano OnLine
A Sidney una coppia di pinguini maschi cova un uovo e cresce il "figlio" adottivo

Concertone per pochi intimi ma libertario e inclusivo

Per ora ho capito solo una cosa: i consigli possiamo accettarli da tutti, ma le linee guida su cosa è bene e cosa è male dobbiamo prenderle solo da chi ha un indice Isee che parta da un benessere familiare plurimilionario. Condizione che, tra l’altro, suscita reazioni compiaciute assolutamente tripartisan.
Non avevo ancora notizia delle terribili cose occorse al signor Federico Leonardo Lucia, che nonostante quanto accaduto è riuscito a portare la propria testimonianza di libertà attraverso un appuntamento televisivo decotto ma intoccabile come il “Concertone” del Primo Maggio. Non sapevo, perché assorto in una lettura edificante che mi stava distraendo dai significati della festività. Leggevo, lo riferisco perché immagino che si tratti di una narrazione educativa per i più, la storia illuminante di Sphen e Magic, due pinguini gay dell’Acquario di Sidney ai quali è stato affidato un uovo e che loro hanno covato dedicandosi poi alla crescita del pinguinetto. Riferisce l’articolista che i due si sono “rivelati ottimi genitori”. Pensavo che l’esempio dovesse intendersi, con un ardito sillogismo, come segno in favore delle adozioni da parte di coppie Lgbtqai+. E invece c’è di meglio: si tratta, dice il testo, di un esempio dimostrativo di come argomentare contro il principio di eteronormatività. Se non sapete di cosa si tratta, la Rete è piena di chiarimenti. Anzi, suggerisco di dare un’occhiata anche al corretto uso della classificazione cisgender. Magari pensate che si tratti solo di soggetti che si riconoscono nel genere attribuito alla nascita? Sì, no, ni, bisogna essere precisi, caso per caso, altrimenti si rischia una definizione erronea. Per esempio – fortuna che ho letto i chiarimenti – credevo che nel novero delle sigle di genere potessi ritenermi cisgender… Errore... Se è vero che il soggetto cisgender si riconosce nel genere attribuito (p.es.: genere maschile in soggetto che non vi si trova a disagio) occorre tener conto che questa identificazione non lo vincola minimamente a stereotipi arcaici nel comportamento: per esempio non c’è nulla da annotare se il soggetto maschile cisgender preferisce indossare tacchi a spillo e gonna. Peraltro, la moda da tempo indica stilemi genderless, quindi guai a non tenerne conto. E via così.
Le parole insomma sono una cosa seria e ci sono varie guide, piuttosto perentorie, su come trattare “con rispetto le persone Lgbtqai+”. Sulla loro autorevolezza non posso esprimermi, così come non potrei giudicare la fedeltà di una trascrizione dal sanscrito, ma verrei meno allo spirito di questo spazio se non consigliassi a tutti di informarsi bene sul tema cercando le fonti più autorevoli e condivise.
Quanto al Primo Maggio (virtualmente ancora una data memorabile e rispettabile,
e per molti di noi lo è ancora), pare che solo il “Concertone” sia il tema del giorno. Sulla qualità musicale, nulla quaestio. Certo, una stella emergente senza voce o un mostro sacro la cui tintura per capelli colpisce più la cute che il pelo, li eviterei con cura. Così come (assenza involontaria di sessismo) non trovo rilevanti le coperture di giovani capezzoli con cuoricini arcobaleno per dire frasi altrettanto scontate. Al limite ricorderei: “bisogna saper scegliere in tempo, non arrivarci per contrarietà: tu giri adesso con le tette al vento, io ci giravo già vent' anni fa!” (Francesco Guccini, Eskimo, 1978). Magari un ripasso di cronache dell’ultimo mezzo secolo potrebbe indurre più originalità.
Quel che colpisce, tra i fatti e non tra le chiacchiere, è sempre l’Auditel: il “Concertone” di quest’anno: 1.564.000 spettatori e 6,9% di share. Un anno fa, in versione quasi dad e con meno stelline: 2.264.000 e 8,9% di share. Il resto è noia.

 

 


 

 

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604