L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Marina Militare, addio all'incrociatore Vittorio Veneto. Demolito in Turchia ma poteva essere nave-museo

Il ponte Girevole di Taranto vedrà pasare per l’ultima volta l’ex Incrociatore Vittorio Veneto. Finisce così, nel silenzio generale, la vita di una nave che ha fatto la storia della Marina Militare italiana. Ed anche quella di Taranto, che l’ha ospitata per tanti anni in Mar Piccolo, presso la stazione Torpediniere. Non una nota o un comunicato anche solo di commiato da parte del Ministero della Difesa o della Marina Militare Italiana. Né dalle strutture locali del ministero o del Comune di Taranto. Il tutto avverrà nel silenzio più assoluto.

Forte l'emozione suscitata nei marinai italiani: "Negli Stati Uniti ed altrove, sarebbe stata preservata e trasformata in nave museo... Ma siamo nella Repubblica italiana", scrive su Fb uno di loro. Non manca chi usa il sarcasmo: "si buttano (o si rubano) tanti soldi, ma non si trovano le risorse per fare una nave museo....... ovvio, non rende voti ai partiti....".

Nel marzo del 2019 il Ministero della Difesa concluse la procedura di vendita dell’ex Incrociatore Vittorio Veneto e dell’ex Fregata Granatiere, soggetta all’obbligo di demolizione e riciclaggio sicuro e compatibile con l’ambiente aperta ad operatori che agiscono in conformità tecnica con i requisiti previsti dal Regolamento Europeo n. 1257/13. Ad aggiudicarsi la vendita fu la società turca Simsekler che presentò un'offerta di vendita pari a 3.382.000,00,00 euro. 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604