L'Inchiesta Quotidiano OnLine

Perché visitare la mostra fotografica "Cassino e la Memoria"?

Anziani, adulti, ragazzi. Si fermano, prima solo incuriositi, poi sempre più interessati. E cercano di riannodare quel filo della storia che spesso Cassino ha fatto fatica a trovare. Se non negli archivi o nelle occasioni culturali di un certo spessore. Quelle dedicate, spesso, a chi già sa. La mostra fotografica "Cassino e la Memoria" è un'altra cosa. E' la storia della città e di questa terra nella città. Alla portata di tutti, senza limite di orario, visitabile fino al 4 luglio sotto i portici che congiungono piazza Diamare a piazza Labriola. A seguire, i pannelli con il loro racconto pre e post bellico per immagini di Cassino e Montecassino saranno trasferiti all'interno del Teatro Manzoni. 

Le foto storiche arrivano dal prezioso e ricco archivio fotografico di Ivo Sambucci, l'allestimento della mostra in quella che è stata definita Galleria Piazza Labriola è stato curato dall’arch. Giacomo Bianchi, mentre il coordinamento è di Leo Sambucci. A dare un significato storico-culturale a questa iniziativa sono lo storico Emilio Pistilli, l'Abate Dom Donato Ogliari, l'assessore alla cultura Danilo Grossi, il sindaco Enzo Salera che con i loro testi 'aprono al pubblico' la visione della mostra. 

L'inaugurazione, solo pochi giorni fa, ha rappresentato il momento ufficiale alla presenza di tutte le autorità. La mostra, quella autentica, è quella che vediamo adesso, facendo una sosta uscendo dall'ufficio o dal bar, prima di entrare in chiesa. O andando al mercato. E spalancando gli occhi di fronte alle immagini di quella Cassino che non c'è più e che aveva palazzi d'epoca, giardini e fontane storici, passeggiate panoramiche. O guardando con stupore e commozione a quegli operai che lavoravano alla ricostruzione dell'abbazia distrutta. Mentre un monaco aveva davanti a sé pile di documenti antichi a cui restituire dignità in un archivio. E' tutto vero, sempre vero. L'uomo riesce a distruggere. Ma è anche capace di incredibili miracoli per rimettere tutto al suo posto. 

Rita Cacciami

 

Redazione L'Inchiesta Quotidiano

guarda anche

I commenti dei lettori

Chi siamo

EDITORE: Cooperativa Editoriale L'Inchiesta

Presidente: Ornella Massaro

Direttore Responsabile: Stefano Di Scanno

Email: redazione@linchiestaquotidiano.it

Dove siamo

Indirizzo: Via Lombardia 8 - Cassino

Telefono: (+39) 0776 328066

Fax: (+39) 0776 328066

P.IVA: 02662130604